domenica 22 gennaio | 02:44
pubblicato il 22/feb/2011 09:04

Biotestamento/ Giuliano Ferrara: Pdl e Chiesa ripensino la legge

Sbagliata e pasticciata, non rispetta l'autonomia della persona

Biotestamento/ Giuliano Ferrara: Pdl e Chiesa ripensino la legge

Roma, 22 feb. (askanews) - Fuoco amico sul ddl del biotestamento. Il direttore del 'Foglio' Giuliano Ferrara, che organizzò una simbolica raccolta di bottiglie d'acqua per contestare la morte per sentenza di Eluana Englaro, boccia a sorpresa la legge sul testamento biologico alla vigilia dell'avvio della discussione nell'aula della Camera. Una legge, scrive, "lastricata di buone intenzioni", ma "sbagliata irrimediabilmente". "E' in sé pasticciata e contraddittoria una legge in cui si dice al cittadino: fa' pure testamento, ma sappi che non sarà vincolante, e che su due punti cruciali come l'idratazione e la nutrizione artificiale di persone in stato vegetativo, la tua volontà non può essere ascoltata", scrive l'elefantino in un editoriale di prima pagina intitolato 'Una legge che non si fa amare'. "Non credo nell'autodeterminazione come mito moderno. Ma credo nell'autonomia della persona, specie in fatto di libertà di cura, e penso che la vita indisponibile debba essere accudita dal soggetto interessato, finché e come può, e dai suoi cari. Meglio un prete, una donna, un compagno affettuoso, gli occhi di un bambino o la barba di un filosofo al mio capezzale, piuttosto che il documento di un legislatore. Qualunque cosa sia scritta in un quel documento, e peggio ancora se ci sia scritto che la mia volontà non vale o è solo una impotente funzione consultiva. Suggerisco ai deputati del centrodestra di ripensarci. E ai vescovi italiani di non farsi intrappolare in un meccanismo che domani potrebbe travolgere anche le loro buone intenzioni. Chiedo a tutti di tenere conto dell'indivisibilità di una nozione liberale dell'esistenza, e del rispetto cristiano per la persona umana. Anche se i neopuritani del Palasharp, e il solito scrittore banale - conclude Ferrara in riferimento implicito a Roberto Saviano - sono in prima linea nel combattere in questa legge la cultura con la quale mi identifico, non amo questa legge".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4