sabato 03 dicembre | 14:48
pubblicato il 04/mag/2011 17:43

Bin Laden/ Berlusconi: Rischio attentati, ma al Qaeda più debole

"Teniamo le antenne alzate bene "

Bin Laden/ Berlusconi: Rischio attentati, ma al Qaeda più debole

Roma, 4 mag. (askanews) - Dopo l'uccisione di Bin Laden esiste certamente il rischio di ritorsioni, ma al Qaeda ora è senz'altro più debole. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi durante Porta a Porta. "Lo temono tutti i Paesi democratici (un attacco terroristico, ndr), per questo ci teniamo bene con le antenne alzate. Ma avere eliminato Bin Laden significa avere tolto non solo l'uomo di punta di al Qaeda ma anche l'ispiratore di tutta la politica sovversiva di al Qaeda".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari