domenica 26 febbraio | 00:19
pubblicato il 24/set/2014 19:28

Bianchi (Ncd): doppio cognome ai figli e' norma civilta'

In disaccordo da gruppo. No a discriminazioni verso le donne (ASCA) - Roma, 24 set 2014 - "In merito all'esame del testo unico sull'attribuzione del cognome ai figli sono in disaccordo con la posizione del mio gruppo". E' quanto ha dichiarato la vicecapogruppo Ncd alla Camera, Dorina Bianchi. "Dobbiamo evitare di dare a questa legge significati ideologici che non ha - ha proseguito Bianchi -: e' semplicemente una norma di civilta', tema sul quale era pure intervenuta la Corte europea dei diritti dell'uomo che ci sollecita una legge gia' presente negli altri Paesi europei". "Non riconoscere a una coppia la possibilita' di dare ai figli il cognome della madre - ha proseguito Bianchi - rischia di assumere un significato discriminatorio verso le donne. Trasmettere ai figli la propria storia e i propri valori - ha concluso - e' un patrimonio e un diritto del padre e della madre, e va riconosciuto anche attraverso la possibilita' di trasmettere il cognome materno".

Pol/Arc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech