domenica 22 gennaio | 12:18
pubblicato il 02/set/2011 05:10

Berlusconi/Tarantini e la moglie arrestati per tentata estorsione

Il Premier: Ricatto è pura fantasia. I Pm pronti ad ascoltarlo

Berlusconi/Tarantini e la moglie arrestati per tentata estorsione

Roma, 1 set. (askanews) - Avrebbero estorto denaro al premier Silvio Berlusconi dopo aver portato in casa sua escort di lusso. Per questo sono finiti in manette i coniugi Gianpaolo Tarantini e Angela Davenuto, mentre Valter Lavitola, direttore ed editore del quotidiano "Avanti!", è ricercato dalla Digos. Tarantini, l'imprenditore barese che avrebbe gestito il flusso di escort nella residenza romana del premier, è stato arrestato insieme alla moglie ieri all'alba nella loro casa romana in una traversa di via Veneto. Durissimo il commento del Premier. " Questa ipotesi dei pm è pura fantasia, ho solo dato una mano a una famiglia in difficoltà". La notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati di Gianpaolo Tarantini, da parte dei pm napoletani Henry John Woodcock, Francesco Curcio e Vincenzo Piscicelli, era stata anticipata lo scorso 25 agosto da "Panorama". Per "Panorama", l'estorsione ai danni del Cavaliere consisterebbe in un versamento di 500mila euro a Tarantini e di altre somme versate ogni mese. Di questo denaro i pm avrebbero avuto prova unicamente attraverso l'ascolto delle telefonate. Tarantini avrebbe ricevuto denaro per mentire circa la consapevolezza del premier sul fatto che l'imprenditore avesse portato escort a Palazzo Grazioli. Le indagini si sono avvalse soprattutto di servizi di intercettazioni telefoniche condotte dalla Digos della questura di Napoli su alcune società del gruppo Finmeccanica dove il direttore di "Avanti!" sembra svolgere "non meglio definite attività di consulenza". Nell'ambito delle investigazioni si sono raccolti "gravi e consistenti indizi" circa la "ripetuta dazione", con modalità "dissimulate o non trasparenti" e con "l'intervento e la mediazione di Lavitola, da parte di Berlusconi" e di somme di denaro o di altri benefici come il pagamento di spese legali, il canone di locazione di una casa, impieghi e altri incarichi di lavoro da parte di Berlusconi. Secondo la ricostruzione accusatoria dei pm napoletani è emerso che Lavitola "tratteneva per sé parti consistenti" delle somme ricevute dal premier impiegandole in diverse attività a lui riconducibili. Sempre secondo i magistrati, Tarantini avrebbe anche concordato le iniziative processuali più idonee per "costringere Berlusconi a disporre il pagamento di ulteriori somme". In particolare queste iniziative dovevano essere prese dai coniugi Tarantini, nell'ambito dei procedimenti in cui l'imprenditore pugliese risulta tuttora indagato dall'autorità giudiziaria di Bari. "Si dice sempre - ha affermato il procuratore capo di Napoli Giandomenico Lepore - che i magistrati ce l'hanno con il presidente del consiglio. Questa volta siamo noi a difendere il presidente del Consiglio e lo abbiamo come vittima e perseguiamo chi ha cercato o ha commesso reati nei suoi confronti". Quanto al fatto che lo stesso Berlusconi abbia detto che non ci sarebbe stata alcuna estorsione, "non so - ha commentato il Procuratore- cosa sia vero. Se fosse così avremo bisogno di sentire le sue precisazioni. Siamo a disposizione, se il presidente del Consiglio avesse la necessità di fare delle dichiarazioni". Cos' come "se noi attraverso le indagini avremo la necessità di sentirlo, ci metteremo d'accordo e lo sentiremo". Insomma che anche il Premier possa essere sentito, "può darsi" e "non è da escludere", ha concluso Lepore

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4