martedì 17 gennaio | 20:58
pubblicato il 04/ott/2011 16:56

Berlusconi/Primo vescovo chiede esplicitamente dimissioni:Mogavero

Vescovo di Mazara del Vallo: "Deve dimettersi punto e basta"

Berlusconi/Primo vescovo chiede esplicitamente dimissioni:Mogavero

Roma, 4 ott. (askanews) - Silvio Berlusconi? "Deve dimettersi punto e basta. Sarebbe la prima volta che fa qualcosa che giova al Paese". Parola di monsignor Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo. "Tutti - afferma Mogavero in un'intervista a 'Famiglia cristiana' a proposito della prolusione del card. Angelo Bagnasco al consiglio permanente della Cei - aspettavamo parole chiare che sono arrivate. Certamente la Cei non ha titolo per chiedere a un presidente del Consiglio di fare un passo indietro. Ma i singoli vescovi come cittadini italiani lo possono fare e io sono un cittadino italiano". Mons. Domenico Mogavero ammette: "Sì, si avvertiva un disagio: troppo silenzio a livello ufficiale, quasi fosse approvazione di comportamenti che invece la nostra gente sente come assolutamente impropri". Bagnasco invece ha spazzato l'orizzonte e rimesso le cose a posto. Mogavero è soddisfatto anche perché da ora in poi "sarà difficile giustificare le coperture che qualche esponente ecclesiastico ha dato, per altro non richiesto, al presidente del Consiglio, come se si dovesse custodire in qualche modo l'uomo della Provvidenza del terzo millennio". Mogavero afferma: "Ho espresso opinioni di cittadino e non amo nasconderle per convenienze ecclesiastiche, anzi mi dispiace, per essere ancora più chiaro, che tanti italiani si riconoscano politicamente in Silvio Berlusconi". Ma c'è anche un altro rammarico e cioè il fatto che "tra i sostenitori più accesi del premier ci siano dei buoni cattolici". "Come uomo Berlusconi è una grande delusione, perché tratta la politica e il Paese con il taglio dell'imprenditore borghese che cura i propri interessi. Poi c'è il profilo morale dell'uomo, che adotta comportamenti non certamente esemplari". Sulle intercettazioni e sui guai giudiziari mons. Mogavero sottolinea nell'intervista a 'Famiglia cristiana' che "vale per tutti anche per Berlusconi la presunzione di innocenza". Tuttavia, visto che si tratta di un politico, "abbiamo l'esempio di quanto accade all'estero, dove si fa un passo indietro per molto meno". "Ciò che mi preoccupa di più, alla fine, non è Berlusconi, ma il berlusconismo. Temo che resista al leader, che sopravviva a lui ed è questo che dobbiamo contrastare". E sulla manovra finanziaria il vescovo di Mazara del Vallo afferma: "Ho perso il conto, come tutti, ma ciò che avverto è l'assoluta mancanza di strategia per occupazione e famiglie. Pagano sempre i poveri, mentre chi evade il fisco, chiporta capitali all'estero è premiato". Quanto all'indulgenza per via della crisi internazionale, "qui - afferma Mogavero - rischiamo di elevare all'altare Berlusconi come martire della congiuntura disgraziata".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa