mercoledì 07 dicembre | 22:11
pubblicato il 22/set/2011 11:20

Berlusconi/Premier a ministri: Sembra di essere in Stato polizia

Il Governo va avanti, ora provvedimenti per lo sviluppo

Berlusconi/Premier a ministri: Sembra di essere in Stato polizia

Roma, 22 set. (askanews) - Rivolgendosi ad alcuni ministri a margine del cdm, il premier Silvio Berlusconi sarebbe tornato ad attaccare la magistratura e a contestare l'attuale regime delle intercettazioni. "Sembra uno Stato di polizia", avrebbe detto il presidente del Consiglio. Secondo quanto riferiscono le stesse fonti, Berlusconi avrebbe nuovamente ridimensionato la portata delle telefonate rese pubbliche nei giorni scorsi e che lo chiamano in causa. Il premier avrebbe inoltre ribadito la necessità e la volontà di proseguire nell'attività di governo. L'esecutivo, avrebbe inoltre ripetuto Berlusconi, deve ora impegnarsi per varare provvedimenti nella direzione dello sviluppo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Pisapia: pronto a unire sinistra fuori da Pd, dialogo con Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni