lunedì 27 febbraio | 21:27
pubblicato il 17/apr/2014 12:00

Berlusconi:io innocente ma sono uomo istituzioni, rispetto toghe

Darò corso a decisioni magistratura anche se ingiuste

Berlusconi:io innocente ma sono uomo istituzioni, rispetto toghe

Roma, 17 apr. (askanews) - Nonostante il divieto del Tribunale di sorveglianza, Silvio Berlusconi non rinuncia, nella prima conferenza stampa dopo cinque mesi, a fare un riferimento alla sentenza "ingiusta" che ha determinato la sua estromissione dalla vita politica attiva. Si è arrivati a questo dopo una "ingiusta decisione della magistratura che - dice - mi ha condannato per un fatto che era inesistente e che io ero nella assoluta impossibilità tecnica di commettere, ma non voglio tornare in questa sede su quella sentenza". Dopo aver fatto riferimento alla sua fiducia nei confronti dei ricorsi dei suoi avvocati, il leader di Forza Italia sottolinea: "Sono un uomo delle istituzioni, non posso che rispettare l'ordinamento, e darò corso alle decisioni della magistratura, ancorché le ritenga ingiuste".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech