domenica 19 febbraio | 18:25
pubblicato il 16/nov/2015 11:19

Berlusconi:guerra al terrore necessità, Is minaccia mondo civile

Europa purtroppo è incapace, contrastai bombardamento Libia

Berlusconi:guerra al terrore necessità, Is minaccia mondo civile

Roma, 16 nov. (askanews) - "La guerra all'Isis è una necessità per tutti i Paesi civili, non solo di questo o di quello Stato, perché è uno scontro tra la nostra civiltà da una parte e chi invece come l'Isis rappresenta l'odio, la superstizione, il terrorismo. E non è una singola nazione ad essere minacciata, ma tutto il mondo civile". Lo ha affermato l'ex premier Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, parlando a Mix 24 su Radio 24.

"Quanto ad Hollande - ha detto ancora Berlusconi- Giovanni Minoli su Radio 24 - ho troppo rispetto per una nazione così crudelmente colpita per esprimere oggi un giudizio o valutazioni sulla linea politica del suo presidente. Posso soltanto dire che la Francia in questi anni si è distinta per il suo interventismo deleterio come dimostra il caso della Libia, comunque capitato prima della presidenza Hollande. Mi auguro che il sangue che è stato versato a Parigi serva non solo ad Hollande, ma a tutti i leader europei per capire la necessità di estirpare il male alla radice"

Più in generale, "e lo dico con dispiacere e preoccupazione - ha sottolineato l'ex premier- in Europa c'è una drammatica carenza di leadership. In particolare l'Europa si sta dimostrando incapace di gestire sia l'ordinaria amministrazione, sia emergenze come quella del terrorismo internazionale e dell'immigrazione clandestina. Non c'è una politica estera comune e men che meno una politica di difesa comune".

Berlusconi si è detto anche convinto di aver pagato un duro prezzo per le sue prese di pozioni politiche in Europa in tema di scelta internazionali. "Certamente sì, ma un discorso esteso e ne parliamo un'altra volta", ha risposto ad una domanda in proposito di Giovanni Minoli. Con la rinnovata precisazione di non essere mai stato d'accordo con i bombardamenti in Libia decisi sotto il suo governo. "Io non li ho accettati, li ho subiti, esprimendo tutta la mia contrarietà", ha ribadito Berlusconi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Sinistra
Scotto lascia Si: non serve partito ma nuovo centrosinistra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia