domenica 04 dicembre | 21:15
pubblicato il 08/mar/2013 20:25

Berlusconi: Zangrillo, la prognosi per sua patologia e' 7 giorni

(ASCA) - Roma, 8 mar - ''Sono un medico molto serio e non nego alla dottoressa Boccassini la visita fiscale. I certificati li abbiamo mandati perche' ci sono stati richiesti. Ho ritenuto queste richieste del collegio difensivo di Berlusconi legittime e quindi li abbiamo prodotti in tempo utile. Vengano pure, noi siamo tranquilli...La prognosi e' di 7 giorni''. Cosi' risponde il medico personale di Silvio Berlusconi, Alberto Zangrillo alla Zanzara su Radio 24. La causa dell'uveite cui e' affetto l'ex premier, spiega Zangrillo, ''non e' stata ancora determinata con precisione, e' una patologia infiammatoria, puo' essere evocata anche dallo stress e quello della campagna elettorale puo' essere stato una concausa. Deve stare molto tranquillo - continua il medico - credo che sia questione di giorni e tutto si possa risolvere. E' a letto, non scalpita, non vuole vedere nessuno perche' quando vede qualcuno sono problemi. Quindi abbiamo creato un cordone sanitario''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari