martedì 28 febbraio | 11:38
pubblicato il 06/ago/2013 20:33

Berlusconi: Vicari, intervista Esposito mina credibilita' magistratura

Berlusconi: Vicari, intervista Esposito mina credibilita' magistratura

(ASCA) - Roma, 6 ago - ''L'intervista del giudice Esposito a 'Il Mattino' introduce un ulteriore elemento di inopportunita' che aggrava un quadro gia' difficile, e che certamente si riverbera sulla credibilita' dell'organo giudicante. Pur tuttavia, non e' compito della politica interferire o sovrapporsi alle funzioni del Csm, che autonomamente potra' e sapra' valutare la rilevanza disciplinare della vicenda. Specie perche' in questi giorni di interferenze e sovrapposizioni della politica alla magistratura se ne sono registrate tante, direi troppe''. Lo ha dichiarato la senatrice Simona Vicari, sottosegretario allo Sviluppo Economico.

''Mi riferisco in particolare alle dichiarazioni di quanti, nell'immediatezza della pronuncia del verdetto, senza alcuna pietas umana verso il condannato, hanno sollecitato brutalmente l'azione della magistratura affinche' prontamente eseguisse la condanna, come se cio' fosse diretto appannaggio dei partiti e non gia' compito del Tribunale di sorveglianza.

Il che inevitabilmente avvalora la tesi di una funzione politica di questa sentenza. Cio' e' inaccettabile - continua Vicari - anche perche' l'invasione di campo e' avvenuta ad opera dei partiti che, contemporaneamente, si attardavano nella solita, demagogica e contraddittoria invocazione dell'autonomia della magistratura rispetto alla politica.

Vorrei ricordare a costoro che, mentre reclamavano a gran voce l'esecuzione della sentenza, neanche trascorsa un'ora dalla sua pronuncia, essi stessi si sono sovrapposti e sostituiti al giudice dell'esecuzione ed hanno preso le veci della magistratura, cui unicamente spetta la responsabilita' della attuazione del giudicato. Lo scenario si e' ulteriormente complicato a causa dell'incauta esternazione del giudice Esposito che, dismessi i panni di presidente del collegio giudicante, ha subito indossato quelli della star, ritenendo fosse sua personale prerogativa quella di rappresentare ed anticipare i contenuti, ancora segreti e non pubblicati, della motivazione a base della condanna. Mi chiedo se questo non contribuisce ad indebolire quel nucleo di garanzie a cui l'imputato Berlusconi, al pari di ogni altro, aveva e tuttora ha diritto, e che comprende la irreprensibilita' e la compostezza del magistrato che lo ha giudicato, pena la perdita di autorita' al cospetto dei cittadini. In uno stato di diritto, perche' siano effettive le sentenze debbono provenire da un giudice al di sopra di ogni sospetto e credibile dal popolo in nome del quale esso esercita la giurisdizione. Per questo, le ragioni di inopportunita' legate all'intervista del giudice Esposito, che si aggiungono alla nota vicenda dell'altro giudice Esposito per i rapporti con la consigliera Nicole Minetti, rappresentano plasticamente il quadro di una giustizia certamente bisognosa di una importante azione di riforma, cosi' come lo stesso presidente Napolitano ha rammentato al governo ed al Parlamento in carica''. conclude Vicari. com-ceg/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech