mercoledì 22 febbraio | 05:34
pubblicato il 16/feb/2011 20:03

Berlusconi vanta asse con Bossi ma lui:Avanti se ci sono i numeri

Premier: Non sono per niente preoccupato dal processo

Berlusconi vanta asse con Bossi ma lui:Avanti se ci sono i numeri

Roma, 16 feb. (askanews) - Nella prima uscita davanti alle telecamere dopo il rinvio a giudizio per concussione e prostituzione minorile, Silvio Berlusconi ostenta sorrisi e tranquillità, evita qualsiasi sfogo contro la magistratura e, affiancato dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, vuole dare l'immagine di un governo che lavora nonostante i suoi guai giudiziari grazie all'asse con Umberto Bossi che, assicura, lo porterà a concludere la legislatura. "Il governo andrà avanti se ha i numeri", altrimenti "cade da solo", lo gela qualche minuto dopo da Montecitorio il leader della Lega. La maggioranza per ora i numeri alla Camera ce li ha: lo scorso 3 febbraio ha toccato la soglia si sicurezza di 316 deputati, cioè quella maggioranza dei componenti dell'Assemblea che aveva perduto con il passaggio di Fli all'opposizione, proprio in occasione del voto sulla restituzione degli atti del caso Ruby ai pm di Milano. Ma il presidente del Consiglio si dice convinto "in pochi giorni di arrivare a 325 deputati, una maggioranza che ci consente di amministrare ma anche di fare le principali riforme a partire da quella della giustizia". "Per amor di patria" Berlusconi non parla del processo che lo vede imputato per concussione e prostituzione minorile ma fa sapere: "Non sono per niente preoccupato". Come non è preoccupato per la tenuta del suo governo e della legislatura, forte anche dell'asse con la Lega ribadito nell'incontro di ieri sera a Palazzo Grazioli che Berlusconi racconta in conferenza stampa: "Ieri sera l'onorevole Umberto Bossi è venuto a trovarmi con i capigruppo di Camera e Senato, il ministro Calderoli e la vice presidente Rosi Mauro. Ha passato tutta la sera da me, e mi ha ribadito la sua assoluta vicinanza e la sua volontà di continuare con questo governo. Abbiamo fatto il punto sui nostri programmi futuri, siamo quanto mai coesi e decisi a continuare la legislatura fino al suo termine naturale". Interpellato alla Camera qualche minuto dopo Bossi non ha mostrato però la stessa convinzione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia