martedì 17 gennaio | 12:26
pubblicato il 02/ott/2012 19:47

Berlusconi/ Tycoon britannico interessato a Villa Certosa

Sarebbe pronto a pagare 500 milioni di euro

Berlusconi/ Tycoon britannico interessato a Villa Certosa

Roma, 2 ott. (askanews) - "'Bunga me 500 milioni di euro e Villa Certosa sarà tua". Con questo titolo il Sunday Times dà la notizia che un tycoon britannico sarebbe interessato ad acquistare la villa di Silvio Berlusconi in Costa Smeralda, dove l'ex premier italiano ha organizzato alcuni dei suoi ormai famosi "bunga bunga parties". Oltre al tycoon, che preferisce restare anonimo, sarebbero interessati alla villa da 27 stanze anche principi ed emiri dall'Arabia Saudita e dal Qatar, e due miliardari russi, uno dei quali sarebbe vicino al presidente Vladimir Putin. Secondo il Sunday Times, il potenziale acquirente britannico sarebbe un imprenditore con interessi nelle proprietà di lusso. Il quotiodiano dell'isola La Nuova Sardegna ha scritto la scorsa settimana che l'accordo per la "vendita del secolo" è vicino.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ciberfisica, al via sviluppo tecnologie per affidabilità sistemi
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate