giovedì 08 dicembre | 13:09
pubblicato il 29/set/2011 14:45

Berlusconi: Su di me 100mila intercettazioni,nemmeno in Cina Mao

Procure pronte ad uccidersi per far fuori me

Berlusconi: Su di me 100mila intercettazioni,nemmeno in Cina Mao

Roma, 29 set. (askanews) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è tornato a sfogarsi contro la pubblicazioni delle conversazioni telefoniche. Secondo quanto viene riferito, il premier partecipando ieri a una cena organizzata dall'onorevole Alessandra Mussolini, avrebbe sottolineato: "Ma vi rendete conto sono state fatte - avrebbe sostenuto - 100mila telefonate per spiare me, i miei familiari e i i miei ospiti. Non è mai successo a nessuno, nemmeno nella Cina di Mao o nella cupa di Fidel Castro. Questi magistrati si stanno facendo la guerra, sono pronti ad uccidersi l'uno l'altro pur di far fuori me".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Comitato del No: sarebbe bene Colle ci convocasse a consultazioni
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni