giovedì 23 febbraio | 12:38
pubblicato il 09/set/2013 12:00

Berlusconi/ Stefano: credo che in Giunta si voterà domani

"seguiamo il regolamento, subito le questioni pregiudiziali"

Berlusconi/ Stefano: credo che in Giunta si voterà domani

Roma, 9 set. (askanews) - "Credo di sì": così il presidente della Giunta per le immunità del Senato Dario Stefano (Sel), ha risposto a una domanda sulla possibilità che le questioni pregiudiziali sul caso Berlusconi poste dal relatore Andrea Augello in Giunta siano votate già domani sera. Stefano si è rifiutato di fare previsioni sul complesso dei lavori della Giunta a proposito dell'ipotesi di decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di parlamentare dopo la condanna per frode fiscale e si è limitato a ribadire che "la Giunta si attiene al regolamento. Il relatore ha presentato delle questioni pregiudiziali che vanno quindi esaminate in base all'articolo 93 e non, come ci si aspettava, una proposta fondata sull'articolo 10" (c'è una proposta di merito sulla decadenza o meno del leader del Pdl).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Nestlé eliminerà 18.000 tonn. di zucchero da prodotti entro 2020
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech