lunedì 23 gennaio | 20:20
pubblicato il 05/feb/2014 18:47

Berlusconi: senatori Pd, compravendita insulto alla democrazia

Berlusconi: senatori Pd, compravendita insulto alla democrazia

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - ''Dal consiglio di Presidenza di Palazzo Madama oggi e' emersa l'intenzione, contro il parere del Partito Democratico, di non costituire il Senato come parte civile nella compravendita dei senatori. Se questa fosse confermata, sarebbe una decisione sbagliata e che avrebbe l'effetto di allontanare ancora di piu' i cittadini dalle istituzioni. Il Senato ha il dovere morale di stare in giudizio come parte offesa: la compravendita dei senatori e' un insulto alla democrazia, all'etica pubblica e al rigore contro indegne forme di corruzione''. Lo scrivono in una nota i senatori del Partito Democratico Roberto Cociancich, Paolo Corsini, Valeria Cardinali, Miguel Gotor, Nadia Ginetti e Walter Tocci. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4