lunedì 05 dicembre | 12:22
pubblicato il 27/ott/2012 19:14

Berlusconi sempre in campo. Bersagli: Magistrati e governo Monti

Con lui recessione senza fine. Su fiducia vedremo. Bis?Si candidi

Berlusconi sempre in campo. Bersagli: Magistrati e governo Monti

Roma, 27 ott. (askanews) - Non torna perchè non se n'è mai andato, lui è sempre stato "in campo". L'unico passo indietro è sulla corsa a Palazzo Chigi e, ovviamente, perchè non ha senso vi partecipi il fondatore, sulle primarie del Pdl. Ma Silvio, ancora una volta, c'è. Non si capisce bene, fino in fondo, quale ruolo Berlusconi intende ritagliarsi ma c'è. C'è per una riforma della giustizia "doverosa" in un Paese che "non è più una democrazia ma una magistratocrazia, una dittatura dei magistrati". C'è perchè il governo Monti "troppo osservante delle ingiunzioni della Germania" ha innescato "una spirale recessiva" da cui non si esce. Eccolo, dunque, l'altro avversario dell'ex premier oltre alla magistratura, rea di averlo condannato per il processo sui diritti tv con una sentenza "ingiustificabile" e "inaspettata": è il governo tecnico. Non solo il Pdl l'ha finora sostenuto ma addirittura non tantissimi giorni fa Berlusconi aveva ipotizzato che proprio Mario Monti potesse mettersi alla guida di una vasta alleanza di moderati "contro le sinistre". Nella conferenza a Villa Gernetto tutto è cambiato e Monti è il destinatario delle durissime critiche del Cavaliere. Vade retro, dunque, Monti-bis: "Se si farà eleggere farà il presidente del Consiglio, ma non credo che dopo questa sospensione della democrazia ci sia ancora il posto e lo spazio per una indicazione per chiamata e non per elezione", attacca Berlusconi. Ma i colpi più duri li sferra sulla politica economica perchè con le misure adottate "si sta tutti male", i consumi calano perchè "gli italiani sono impauriti" e "c'è un trattamento violento verso il contribuente". Insomma, il "nostro governo dei tecnici ha portato la nostra economia in una spirale recessiva che sembra non avere fine". Quindi il Pdl lo sfiducerà? "Valuteremo nei prossimi giorni", risponde Berlusconi ma il suo ragionamento fa pensare più a un no che a un sì perchè, osserva, con la sfiducia si avvicinerebbero di poco elezioni che sono già vicine. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari