venerdì 20 gennaio | 17:46
pubblicato il 30/giu/2014 12:00

Berlusconi segue Pascale e apre a diritti gay, Fi fibrilla

Gasparri: "no a matrimoni e adozioni" . Movimento gay apprezza

Berlusconi segue Pascale e apre a diritti gay, Fi fibrilla

Roma, 30 giu. (askanews) - Fibrillazione in Forza Italia per l'apertura di Silvio Berlusconi al riconoscimento di diritti civili alle coppie gay. "Quella per i diritti civili degli omosessuali - ha sottolineato ieri sera l'ex premier in una dichiarazione, a 24 ore dal tesseramento Arcigay annuciato sabato dalla fidanzata Francesca Pascale e da Vittorio Feltri- è una battaglia che in un paese davvero moderno e democratico dovrebbe essere un impegno di tutti. Da liberale, ritengo che attraverso un confronto ampio e approfondito si possa raggiungere un traguardo ragionevole di giustizia e di civilta'" Quasi immediata la preoccupazione dal fronte più intransigente di Forza Italia. "Bisogna rispettare i diritti e evitare discriminazioni. Ma resto convinto - ha dichiarato il vicepresidente Fi Maurizio Gasparri che matrimoni gay e adozioni da parte di coppie gay siano una scelta sbagliata che non condivido. Oggi, come ieri". La divisione nel centrodestra, d'altra parte, è speculare a quella che si sta determinando nel centrosinistra dove Ncd in commissione al Senato ha annunciato barricate con il ddl del Pd di riconoscimento delle unioni civili che pochi giorni fa ha mosso i primi passi, in scia con l'obbiettivo dichiarato dalla dirigenza renziana di inserire i diritti civili delle coppie gay fra le riforme di questo semestre. Alla svolta promossa nel centrodestra dalla coppia Pascale- Berlusconi plaudono sia il movimento per i diritti degli omossessuali che diversi esponenti del centrosinistra. "Siamo soddisfatti ma ricordiamo che il tesseramento comporta anche impegni", ha commentato la presidenza Arcigay. "Finalmente - ha fatto eco Franco Grillini- anche a destra qualcosa di muove. "Inizialmente - ha commentato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia intervistato oggi da Telelombardia - mi veniva da dire meglio tardi che mai. Invece voglio sottolineare tutto il mio apprezzamento per questo segnale di apertura alla parità di diritti: un grande passo avanti per la civiltà dell'intero paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Terremoti
Terremoto, Salvini: dimissioni Curcio? Qualcosa non ha funzionato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire