martedì 28 febbraio | 17:49
pubblicato il 27/set/2013 09:08

Berlusconi: Schifani-Brunetta a Napolitano, applicare Costituzione

Berlusconi: Schifani-Brunetta a Napolitano, applicare Costituzione

(ASCA) - Roma, 27 set - Renato Brunetta e Renato Schifani, capigruppo Pdl di Camera e Senato, pubblicano una lettera aperta al Capo dello Stato sulla prima pagina del quotidiano 'Il Giornale', in seguito alla presa di posizione di Giorgio Napolitano nei confronti delle annunciate dimissioni in massa dei parlamentari del Popolo della Liberta' e delle dichiarazioni del leader Silvio Berlusconi. ''Inaccettabile negazione dello Stato costituzionale di diritto, tale da rendere intollerabile la permanenza in un Parlamento che si dimostrasse cosi' sordo alle ragioni della legalita''': in questo modo Brunetta e Schifani definiscono ''il rifiuto'' da parte del Pd di ascoltare nella Giunta per le elezioni del Senato ''i dubbi di legittimita''' della legge Severino ''qualora la si voglia applicare a Silvio Berlusconi''. I due capigruppo riferiscono a Napolitano che la riunione dei parlamentari del Pdl, nella quale sono state decise le dimissioni, ''non era finalizzata ne' ad assumere decisioni sul governo del paese, tantomeno, anche per l'evidente illegittimita' di simili ipotesi, ad assumere orientamenti operativi sulle decisioni della magistratura o sulle prerogative del Capo dello Stato''. Nemmeno, sostengono, voleva ''istituzionalmente'' manifestare ''solidarieta' al presidente Berlusconi''. L'oggetto della riunione ''riguardava viceversa l'atteggiamento da assumere, ciascuno nella propria liberta''' secondo i dettami costituzionali. ''Nessuno ha voluto interferire con la vita del governo o con le decisioni del presidente del Consiglio e del Capo dello Stato - affermano Brunetta e Schifani -. In gioco e' solo, ma si tratta della questione piu' importante per dei parlamentari, il rispetto della Costituzione da parte dell'organo che rappresenta direttamente la sovranita' nazionale: il Parlamento della Repubblica''. Quindi concludono: ''Desumere ulteriori intenzioni non corrisponde alle motivazioni dell'iniziativa che e' e rimane rimessa alla sola libera coscienza di ciascun parlamentare di Forza Italia''. sgr/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
L.elettorale
Finocchiaro:indispensabile nuova legge elettorale maggioritaria
Mdp
Nasce gruppo Mdp Camera con 37 deputati, Laforgia presidente
Pd
Orlando: non si può ridurre scissione Pd a manovra di D'Alema
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech