martedì 28 febbraio | 08:39
pubblicato il 05/set/2013 12:00

Berlusconi/ Santanchè: Con ok decadenza dimissioni ministri Pdl

Si tornerà a votare con Berlusconi di nuovo candidato premier

Berlusconi/ Santanchè: Con ok decadenza dimissioni ministri Pdl

Roma, 5 set. (askanews) - "Dopo quello che hanno detto Epifani e il responsabile giustizia del Pd Leva mi sembra che il Pd abbia deciso di rompere tutto. Se votano per la decadenza di Berlusconi non si può più stare al fianco dei carnefici del nostro leader" e un minuto dopo ci saranno le dimissioni dei ministri del Pdl. Che sarebbero "un passo ineluttabile" perchè "gli italiani devono ben capire che il Partito Democratico non ha come priorità e responsabilità i bisogni dell'Italia e degli italiani bensì la stessa e unica che ha da 19 anni: uccidere Silvio Berlusconi". Parola di Daniela Santanchè, 'pitonessa' del Pdl per sua stessa definizione. Spiegando che il centrodestra pretenderà il ritorno alle urne, per ricandidare Silvio Berlusconi a premier, nonostante condanna definitiva e interdizione dai pubblici uffici. Il governo Letta va avanti o ci sarà la crisi? "Questo bisognerebbe chiederlo al Pd", risponde Daniela Santanchè,ad Affaritaliani.it . "Da tanto tempo il Pd professa la responsabilità e noi la attuiamo. Il Pd deve essere responsabile e capire che ha un'occasione straordinaria: può far capire che non è il braccio politico di una parte della magistratura che condanna Berlusconi ingiustamente con una sentenza politica. Quindi vediamo come si comportano". E che succede se Berlusconi decade da senatore? "Se avessero una maggioranza per fare un governo senza il Pdl l'avrebbero già fatto, anche perché si stanno dilaniando nel Pd. Tutto ciò mi fa pensare che una maggioranza alternativa non ce l'hanno. Anche se più tempo passa e più possono tentare di costruirsela, ma governare con chi tradisce fa sì che l'esecutivo non sia né duraturo né serio". Quindi secondo lei? "Come dice la Costituzione il popolo è sovrano. E l'abbiamo già tradito due volte: gli italiani non hanno votato Monti e nemmeno Enrico Letta. Bisogna ridare la parola al popolo italiano". E il candidato premier del centrodestra sarà di nuovo "Silvio Berlusconi: non ci sono dubbi". Perchè "senza di lui non c'è più centrodestra, libertà e democrazia. Quindi niente primarie".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech