mercoledì 25 gennaio | 00:45
pubblicato il 05/set/2013 12:00

Berlusconi/ Santanchè: Con ok decadenza dimissioni ministri Pdl

Si tornerà a votare con Berlusconi di nuovo candidato premier

Berlusconi/ Santanchè: Con ok decadenza dimissioni ministri Pdl

Roma, 5 set. (askanews) - "Dopo quello che hanno detto Epifani e il responsabile giustizia del Pd Leva mi sembra che il Pd abbia deciso di rompere tutto. Se votano per la decadenza di Berlusconi non si può più stare al fianco dei carnefici del nostro leader" e un minuto dopo ci saranno le dimissioni dei ministri del Pdl. Che sarebbero "un passo ineluttabile" perchè "gli italiani devono ben capire che il Partito Democratico non ha come priorità e responsabilità i bisogni dell'Italia e degli italiani bensì la stessa e unica che ha da 19 anni: uccidere Silvio Berlusconi". Parola di Daniela Santanchè, 'pitonessa' del Pdl per sua stessa definizione. Spiegando che il centrodestra pretenderà il ritorno alle urne, per ricandidare Silvio Berlusconi a premier, nonostante condanna definitiva e interdizione dai pubblici uffici. Il governo Letta va avanti o ci sarà la crisi? "Questo bisognerebbe chiederlo al Pd", risponde Daniela Santanchè,ad Affaritaliani.it . "Da tanto tempo il Pd professa la responsabilità e noi la attuiamo. Il Pd deve essere responsabile e capire che ha un'occasione straordinaria: può far capire che non è il braccio politico di una parte della magistratura che condanna Berlusconi ingiustamente con una sentenza politica. Quindi vediamo come si comportano". E che succede se Berlusconi decade da senatore? "Se avessero una maggioranza per fare un governo senza il Pdl l'avrebbero già fatto, anche perché si stanno dilaniando nel Pd. Tutto ciò mi fa pensare che una maggioranza alternativa non ce l'hanno. Anche se più tempo passa e più possono tentare di costruirsela, ma governare con chi tradisce fa sì che l'esecutivo non sia né duraturo né serio". Quindi secondo lei? "Come dice la Costituzione il popolo è sovrano. E l'abbiamo già tradito due volte: gli italiani non hanno votato Monti e nemmeno Enrico Letta. Bisogna ridare la parola al popolo italiano". E il candidato premier del centrodestra sarà di nuovo "Silvio Berlusconi: non ci sono dubbi". Perchè "senza di lui non c'è più centrodestra, libertà e democrazia. Quindi niente primarie".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4