martedì 06 dicembre | 12:04
pubblicato il 07/mar/2013 13:21

Berlusconi: per lui due condanne in 5 mesi e altre 2 sentenze a breve

(ASCA) - Milano, 7 mar - Dopo il caso sui diritti tv di Mediaset, ecco la seconda sentenza di condanna per Silvio Berlusconi. Questa volta il Cavaliere e' stato condannato per il caso Bnl-Unipol. I giudici presieduti da Oscar Magi lo hanno ritenuto colpevole del reato di concorso in rivelazione del segreto d'ufficio accogliendo in pieno e le richieste della pubblica accusa: il pm Maurizio Romanelli, nel corso della sua requisitoria, aveva chiesto per l'ex premier una condanna di un anno e il Tribunale ha fissato proprio in un anno l'entita' della pena che il Cavaliere dovra' scontare.

Piu' o meno lo stesso film gia' visto a ottobre scorso al termine del processo sulla presunta frode fiscale nella compravendita dei diritti tv Mediaset all'estero: il pm Fabio De Pasquale aveva chiesto 3 anni e 8 mesi di condanna per l'ex premier, i giudici presieduti da Edoardo D'Avossa sono andati oltre e lo hanno condannato a 4 anni.

Il piu' battagliero dei legali di Berlusconi, Niccolo' Ghedini, oggi non e' a Milano. Cosi' tocca al suo collega Piero Longo commentare il verdetto di condanna ed alzare il livello dello scontro tra politica e magistratura: ''Non sono sorpreso - assicura - perche' essendo a Milano e' questo il trattamento riservato a Silvio Berlusconi''.

L'avvocato-deputato (e' stato eletto alla Camera con il Pdl in Veneto) si definisce tuttavia ''dispiaciuto e costernato'' e si domanda ''cosa sarebbe successo con altri imputati non a Milano''. Perche' questa, denuncia il legale, e' ''la prima volta che in Italia si viene condannati per violazione del segreto d'ufficio''.

Le tensioni tra Pdl e toghe sono comunque destinate a salire.

Non solo perche' la seconda condanna di primo di grado arriva nel bel mezzo di una fase politica caratterizzata dall'incertezza e proprio per questo potrebbe avere ripercussioni pesanti sulle trattative in corso tra i partiti in vista delle consultazioni del presidente della Repubblica per la formazione del nuovo governo. Ma soprattutto perche' la lista delle condanne per Berlusconi potrebbe presto allungarsi ancora. La settimana di fuoco, per Berlusconi, e' quella che inizia lunedi' 18 marzo. Quel giorno e' prevista infatti la sentenza di primo grado sul cosiddetto caso Ruby e il Cavaliere rischia una condanna per concussione e prostituzione minorile. Il processo sul sex-gate di Arcore potrebbe tuttavia subire uno slittamento: domani e' prevista la requisitoria e la scontata richiesta di condanna del procuratore aggiunto Ilda Boccasini, ma i legali di Berlusconi hanno gia' presentato istanza di legittimo impedimento per Berlusconi, che domani sara' impegnato a Roma per l'ufficio di presidenza del Pdl e per l'incontro con Mario Monti voluto dallo stesso premier uscente con tutti i leader delle principali forze politiche per mettere a punto la strategia italiana da adottare al prossimo consiglio europeo.

Tocchera' ai giudici presieduti da Giulia Turri sciogliere il nodo, partendo dal presupposto che il faccia a faccia Monti-Berlusconi e' fissato per le 17 a Roma e che l'udienza e' prevista per le 9.30 del mattino. Ma i potenziali guai giudiziari di Berlusconi non finiscono con il processo Ruby: a meno di ritardi e slittamenti, sabato 23 marzo arrivera' la setenza d'Appello per la vicenda dei diritti tv di Mediaset, con la Procura generale che ha gia' chiesto per lui la conferma dei 4 anni stabiliti dal Tribunale di primo grado. Non e' un caso se proprio per quel giorno il Pdl ha promosso una manifestazione dal sapore anti-giudici in Piazza San Giovanni. E non sara' un appuntamento isolato: l'intenzione del Cavaliere, preannunciata martedi' pomeriggio agli eletti lombardi del Pdl riuniti a Villa Gernetto, e' quella di tenere le cosiddette 'Piazze della Liberta'' con cadenza mensile. fcz/mar/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari