lunedì 23 gennaio | 13:48
pubblicato il 13/lug/2013 11:08

Berlusconi: Non possono non assolverni. Governo vada avanti (1 Update)

+++Eccesso di urla e di titoli di giornale crea soltanto danni+++.

(ASCA) - Roma, 13 lug - ''Non possono non assolvermi perche' la mia innocenza e' talmente evidente che non possono non vederla (...) Spero solo che i giudici non si incazzino per l'eccesso di urla e di titoli di giornale''.

Lo ha affermato il leader Pdl Silvio Berlusconi in una intervista al 'Giornale' in cui riafferma appoggio al governo e prende le distanze da ipotesi di elezioni anticipate. E in proposito rivolge un invito: ''Destra e sinistra si diano una calmata per il bene del Paese''.

E in questa atmosfera di pacificazione, Berlusconi frena i 'falchi' del suo partito: ''Non mi aiuta e non aiuta secondo me la giustizia. Tutto cio' che e' urlato, da destra o da sinistra alla fine crea soltanto danni''.

Lei dunque ha fiducia nella Cassazione? ''Certo, ho fiducia nella ragionevolezza, ho fiducia che ci siano anche magistrati che amministrano la giustizia senza pregiudizi''.

Lei dunque ha fiducia nella Cassazione?.

''Certo, ho fiducia nella ragionevolezza, ho fiducia che ci siano anche magistrati che amministrano la giustizia senza pregiudizi Pero'?.

''Pero' cosa?''.

Sembrava che ci fosse un pero' sospeso nell'aria.

''Devo dire che certe volte quelli che vorrebbero agire come miei sostenitori accaniti, quelli piu' schierati e magari anche affettuosi, prendono posizioni esterne ed estreme che poi vengono attribuite a me. E questo certe volte mi fa venire i brividi''.

Il costo della solidarieta' dei falchi?. ''Non mi aiuta e non aiuta secondo me la giustizia. Tutto cio' che e' urlato, da destra o da sinistra alla fine crea soltanto danni''.

Non faccia finta di non essersi mai scagliato lei stesso contro la magistratura!.

''Ma io non ce l'ho con la magistratura in senso astratto. Io ho rilevato con sdegno, e anche con terrore, che certi procedimenti nei miei confronti non sembrano nascere da fatti concreti, ma dalla voglia di eliminarmi per via giudiziaria.

Resta il fatto che io dopo tanti processi ho avuto una caterva di assoluzioni con formula piena, salvo tre, mi sembra, per prescrizione a causa della lentezza della giustizia. Dunque non confondo certe iniziative aggressive con il normale lavoro dei magistrati''.

E' un messaggio di pace alla Cassazione?.

''Ma che sciocchezza. Io non devo mandare alcun messaggio, ne' di pace ne' di guerra. Io confido che i magistrati della Cassazione leggano e valutino le carte insieme a tutti gli elementi che servono per un giudizio sereno. E un tale giudizio non puo' che essere favorevole, ma non per un atto di bonta'. Dunque, malgrado la stanchezza fisica mi sento mentalmente in forma. Semmai mi angoscia la nostra sostanziale impotenza di fronte alla tragedia del Paese''.

Che farebbe lei se tornasse a governare?.

''Non ha senso fare questi esercizi di fantasia. Un governo c'e' e ha il nostro sostegno''.

La vita del governo non sara' condizionata dalle sentenze?.

''C'e' gia' la gravita' della situazione che e' abbastanza condizionante''.

Prevede elezioni anticipate?.

''E per far che cosa? Oggi questo governo fa quel che puo' e mi sembra che non ci sia altro, salvo trovare i soldi per l'Imu e il punto di Iva. Non e' poco, ma non e' neppure una cosa impossibile''.

Qual e' secondo lei la causa di tutti i mali?.

''I mali sono tanti e antichi. Certo, in questa situazione pesa il fatto che dobbiamo affrontare i nostri problemi usando una moneta che e' come se fosse una valuta straniera, visto che non possiamo fare alcuna politica monetaria: questo e' il quadro strettissimo in cui ci muoviamo''.

Dunque lei sostiene il governo?.

''E quando mai ho detto o lasciato capire il contrario? Il governo semmai mi sembra logorato a sinistra, ha gravi problemi su quel lato perche' bisogna vedere come si risolveranno i loro conflitti interni, del Pd intendo, e che cosa fara' Renzi''.

Renzi vorrebbe spaccare il Pd per venire a pascolare nell'area berlusconiana, quello sembra il piano.

''Non lo so, sono cose loro. Dico pero' che mentre io sono tranquillo, loro, nel Pd, sono agitatissimi e questa agitazione fa male al governo e di conseguenza fa male al Paese''.

Ma anche le sue vicende giudiziarie incidono sul governo e fanno male al Paese.

''Ma non le ho certo volute io. Io le affronto con lo spirito giusto, ho fiducia nel lavoro della Cassazione, sono sereno e tranquillo. Aspetto. Che altro mi si puo' chiedere?''.

Forse di dire ai suoi di darsi una calmata?.

''Se la calmata se la dessero tutti, a destra come a sinistra, sarebbe meglio per tutti''.

min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4