lunedì 27 febbraio | 13:12
pubblicato il 20/ago/2013 09:26

Berlusconi: Lupi, no a pregiudiziali, Pd sia responsabile (Corsera)

Berlusconi: Lupi, no a pregiudiziali, Pd sia responsabile (Corsera)

(ASCA) - Roma, 20 ago - No a ''posizioni pregiudiziali e aprioristiche'' di chi ''senza neanche aver esaminato il caso, aver letto le carte, aver ascoltato la relazione del relatore ha deciso che si debba votare per la decadenza da senatore di Silvio Berlusconi, che oltre ad essere un parlamentare e' il leader di una forza politica votata da milioni di elettori: sembra che l'unico obiettivo sia tornato ad essere quello dell'abbattimento del nemico, e questo e' totalmente inaccettabile e irresponsabile''. Lo afferma il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, in un'intervista al Corriere della Sera.

''Noi abbiamo sempre detto che il governo va avanti se attua i provvedimenti per i quali e' nato, ma anche se si cercano convergenze su temi che possono essere in principio anche divisivi per forze diverse'', spiega Lupi.

Sulla decadenza di Berlusconi, continua Lupi, ''chiediamo che in giunta si discuta in tempi seri, approfonditamente e con grande consapevolezza di quello che comporta una norma che potrebbe espellere dalla vita politica il nostro leader in un momento storico in cui lo scontro tra giustizia e politica e' evidente e conclamato, e necessita di essere riequilibrato''. La legge Severino ''l'abbiamo votata, ma e' la prima volta che si applica. E' giusto o no che si apra un dibattito sulla retroattivita', sulla costituzionalita' di alcuni punti? O e' pensabile che si liquidi con un'alzata di spalle e una decisione preconcetta il tema enorme e certamente politico del destino del leader del centrodestra? Se e' il bene comune che cerchiamo, la responsabilita' deve essere nostra come loro''. E su Napolitano chiarisce: ''Il capo dello Stato ha la nostra totale fiducia, e' un punto di riferimento ineliminabile e nessuno di noi e' minimamente pentito di averlo votato. E' ovvio che la nota non e' per noi un punto di arrivo ma l'apertura di un percorso a riflessioni importanti che tutti insieme dobbiamo fare. Nessuno di noi lo tira per la giacca, la nostra e' piuttosto la richiesta che il ruolo di garanzia e di equilibrio mostrato dal presidente in questo momento cosi' difficile continui nei passaggi delicatissimi che ci attendono, a partire da quello della giunta per elezioni''.

red-ceg/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech