lunedì 27 febbraio | 06:22
pubblicato il 15/mar/2013 13:42

Berlusconi: legali, trasferire a Brescia processi Ruby e Diritti Tv

Berlusconi: legali, trasferire a Brescia processi Ruby e Diritti Tv

(ASCA) - Milano, 15 mar - Trasferire al tribunale di Brescia i processi sui diritti tv di Mediaset e sul cosiddetto caso Ruby. E' questa la 'mossa' dei difensori di Berlusconi alla vigilia di una nuova udienza del processo d'appello sulla compravendita all'estero dei diritti tv Mediaset, gia' costato in primo grado una condanna a quattro anni per Berlusconi. Gli avvocati - i deputati del Pdl Niccolo' Ghedini e Piero Longo - si appellano alla cosiddetta legge Cirami sul legittimo sospetto.

I legali del Cavaliere, insomma, denunciano da parte dei giudici milanesi un clima ostile nei confronti dell'imputato Berlusconi e chiedono percio' di trasferire a Brescia i due processi piu' a rischio e piu' vicini a sentenza a carico del leader Pdl. Una facolta' resa possibile dalla normativa sulla ''legittima suspicione'' approvata nel 2003 dal governo guidato dallo stesso Berlusconi.

fcz/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech