venerdì 09 dicembre | 15:32
pubblicato il 15/mar/2013 13:42

Berlusconi: legali, trasferire a Brescia processi Ruby e Diritti Tv

Berlusconi: legali, trasferire a Brescia processi Ruby e Diritti Tv

(ASCA) - Milano, 15 mar - Trasferire al tribunale di Brescia i processi sui diritti tv di Mediaset e sul cosiddetto caso Ruby. E' questa la 'mossa' dei difensori di Berlusconi alla vigilia di una nuova udienza del processo d'appello sulla compravendita all'estero dei diritti tv Mediaset, gia' costato in primo grado una condanna a quattro anni per Berlusconi. Gli avvocati - i deputati del Pdl Niccolo' Ghedini e Piero Longo - si appellano alla cosiddetta legge Cirami sul legittimo sospetto.

I legali del Cavaliere, insomma, denunciano da parte dei giudici milanesi un clima ostile nei confronti dell'imputato Berlusconi e chiedono percio' di trasferire a Brescia i due processi piu' a rischio e piu' vicini a sentenza a carico del leader Pdl. Una facolta' resa possibile dalla normativa sulla ''legittima suspicione'' approvata nel 2003 dal governo guidato dallo stesso Berlusconi.

fcz/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina