sabato 25 febbraio | 10:29
pubblicato il 06/feb/2014 13:07

Berlusconi: Latorre (Pd),scelta Grasso dovuta perche' ricorso Consiglio?

Berlusconi: Latorre (Pd),scelta Grasso dovuta perche' ricorso Consiglio?

(ASCA) - Roma, 6 feb 2014 - ''La scelta del presidente Grasso e' un atto dovuto. Nel momento in cui la magistratura dichiara che il Senato e' parte lesa nell'inchiesta sulla compravendita dei Senatori, il presidente non poteva che assumere quella decisione. Sarebbe stato incomprensibile una scelta diversa, anche per garantire la presenza del Senato durante tutte le fasi del processo. Tuttavia non ho compreso il senso di voler chiedere al Consiglio di Presidenza di esprimere un parere sulla possibilita' o meno di costituire il Senato come parte civile. Vale la pena ricordare, comunque, che ieri non c'e' stato alcun voto: dunque non esiste alcun ribaltamento della decisione''. Lo scrive in una nota Nicola Latorre, senatore del Partito Democratico e presidente della commissione Difesa a Palazzo Madama. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech