domenica 26 febbraio | 02:41
pubblicato il 29/set/2011 19:43

Berlusconi/ Inchiesta escort: Laudati si asterrà dalle indagini

Il procuratore di Bari rinuncia al fascicolo sul premier

Berlusconi/ Inchiesta escort: Laudati si asterrà dalle indagini

BARI, 29 set. (askanews) - Il procuratore di Bari, Antonio Laudati, ha formalizzato, con una lettera al procuratore generale Antonio Pizzi, l'astensione dall'inchiesta escort che il Tribunale del riesame di Napoli ha deciso di trasferire a Bari per competenza territoriale. Per evitare conflitti il procuratore Laudati, indagato a Lecce per abuso di ufficio, non si occuperà del fascicolo. Al suo posto lo farà uno degli aggiunti, probabilmente il sostituto Anna Maria Tosto. Una volta arrivato il fascicolo, i pm baresi dovranno decidere se iscrivere il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Anche la Procura di Roma ha deciso di inviare gli atti dell'inchiesta sul caso escort alla magistratura barese. La decisione sarebbe legata alla necessità di definire la posizione di Valter Lavitola, il giornalista latitante nei confronti del quale pende un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dai pm napoletani e che rischia di decadere se non rinnovata entro 20 giorni a partire dal deposito delle motivazioni del Riesame di Napoli. La Procura di Bari aspetta di leggere ufficialmente gli atti. Ma ha già deciso - in una serie di incontri avuti nei giorni scorsi - di dichiararsi competente. Ed eventualmente dovranno decidere anche se emettere una nuova ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Lavitola. Intanto il procuratore di Lecce, Cataldo Motta, in merito alla posizione di Laudati e alla competenza dell'inchiesta tra le diverse Procure che si sono interessate del caso, ritiene che "non vi sia alcuna connessione" tra l'indagine istruita a Napoli sui presunti soldi che Berlusconi ha elargito a Tarantini e l'inchiesta in corso nel capoluogo salentino sul procuratore di Bari. Il procuratore fa anche notare che "non spetta al pubblico ministero, in questa fase, stabilire la competenza ad indagare, perchè vi sono già provvedimenti di magistrati giudicanti, che sono gli unici titolati a pronunciarsi sulla competenza dei pubblici ministeri".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech