mercoledì 22 febbraio | 07:19
pubblicato il 25/ott/2013 12:00

Berlusconi: in Pdl incomprensioni, ma Alfano conferma unità

Dopo 2 ottobre contrasti mai visti in 20 anni partito

Berlusconi: in Pdl incomprensioni, ma Alfano conferma unità

Roma, 25 ott. (askanews) - Nel Pdl ci sono stati "contrasti" e "incomprensioni personali" e "sono sicuro saranno sanati". Lo dice Silvio Berlusconi, che assicura: "Nell'incontro con Alfano e i ministri mi è stata confermata l'unità. Continuiamo mettendo l'accento sulla volontà di unità che è qualcosa in cui crediamo tutti a prescindere dai punti su cui ci si è divisi". Il Cavaliere ripercorre quanto è accaduto il 2 ottobre quando il gruppo Pdl, in seguito all'iniziativa di 23 senatori, decise di "adeguarsi" e votare la fiducia al governo. "Da quel momento televisioni e giornali hanno riportato delle posizioni di contrasto che non erano mai accadute nei 20 anni del nostro partito e situazioni dialettiche che io vedo con il mio occhio da ottimista come la dimostrazione assoluta che il nostro partito, accusato di essere un partito di plastica, è invece un partito in carne e ossa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia