martedì 21 febbraio | 18:17
pubblicato il 09/mag/2013 14:26

Berlusconi: Grillo, dovrebbe essere in carcere. E' Al Tappone

Berlusconi: Grillo, dovrebbe essere in carcere. E' Al Tappone

(ASCA) - Roma, 9 mag - Il Leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, e' tornato ad attaccare Silvio Berlusconi, raffigurato oggi sul blog del comico con un sigaro in bocca, il cappello in testa ed una gigantesca scritta: Al Tappone.

''In un qualsiasi Paese democratico - scrive Grillo - un personaggio come Berlusconi sarebbe in carcere o allontanato da ogni carica pubblica, da noi e' l'ago della bilancia del Governo, punto di riferimento di Napolitano nel suo doppio settennato, protetto dall'opposizione del pdmenoelle formata a sua immagine e somiglianza, tutelato dai servi che ha nominato in Parlamento, difeso dalle menzogne delle televisioni e dei giornali''.

''La condanna confermata in appello a quattro anni per frode fiscale per i diritti tv per le reti Mediaset, corredata da cinque anni di interdizione dai pubblici uffici e tre anni dagli uffici direttivi avrebbe incenerito qualunque politico inglese, tedesco o statunitense. Da noi - si legge ancora nel post - questo tizio passa da statista. Fa dichiarazioni. Si propone come Padre della Patria. E' il tempo della Conciliazione di Capitan Findus. Delle Larghe Intese alla luce del sole tra vecchi compari che si frequentano da vent'anni. Berlusconi e' il garante dell'osceno connubio tra illegalita' e democrazia. Un parassita che se estratto dallo stomaco della nazione, come Alien, la farebbe morire. Questo e' cio' che pensano coloro che lo mantengono in vita adoperandosi con cure amorose e con nomine ad hoc come Palma alla Commissione Giustizia concordata con il pdmenoelle. In una vecchia battuta da avanspettacolo l'attore sul palco, infastidito dai fischi, diceva 'Non ce l'ho con te che disturbi, ma con il tuo vicino che non ti prende a schiaffi'''. ''Io - incalza Grillo - non ce l'ho in particolare con Berlusconi, ma con chi lo ha reso e lo rende possibile, con chi gli garantisce l'impunita' morale, la legittimazione politica, l'uso privatistico delle frequenze televisive, con chi non chiede seduta stante le sue dimissioni dal Parlamento e dichiara come D'Alema 'Non commento vicende giudiziarie'''.

brm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: domani non andrò alla direzione, ieri rottura nel Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia