martedì 17 gennaio | 02:15
pubblicato il 22/mag/2016 13:17

Berlusconi: governo abusivo cambia Costituzione contro elettori

Con nuova legge elettorale sistema non democratico e pericoloso

Berlusconi: governo abusivo cambia Costituzione contro elettori

Roma, 22 mag. (askanews) - "Non ho praticamente nulla da aggiungere", ha esordito Silvio Berlusconi. Poi è stato un fiume in piena. Giunto in Campidoglio per affiancare il candidato sindaco Alfio Marchini alla presentazione della squadra di governo per Roma, dopo aver rivolto alcune frecciate e rimostranze agli alleati di centro destra, il presidente di Forza Italia ha sparato a zero sul governo Renzi e sulla riforma costituzionale approvata "con una maggioranza illegittima contro la volontà degli elettori". Su cui ora si dovrà decidere con un referendum.

"Siamo un Paese a democrazia sospesa - ha detto - siamo un Paese con un governo che è il terzo governo non scelto dagli elettori. Abbiamo un presidente del Consiglio che non è stato mai eletto nemmeno come membro del Parlamento, che sta in piedi solo per il tradimento di 60 senatori contro il mandato che avevano ricevuto dagli elettori di centro destra, che era di opporsi alla sinistra. Che sta in piedi con 130 parlamentari alla Camera dei deputati che la Corte Costituzionale, con una grande maggioranza di sinistra ha dichiarato incostituzionali".

"Questo è un governo abusivo, è un governo illegittimo ma non solo - ha proseguito il leader di Forza Italia -. Perché non vuole soltanto governare l'ordinaria amministrazione, vuole anche cambiare addirittura la Costituzione italiana, che è la legge fondamentale che ci tiene tutti insieme, che è stata prodotta nel 1947 l'accordo di maggioranza e opposizione, di destra, di centro e di sinistra. Lui l'ha voluta cambiare senza un accordo con nessuno ma con una maggioranza illegittima, che è una maggioranza contro la volontà degli elettori".

"Il combinato disposto di questa riforma della Costituzione e della nuova legge elettorale ci porterebbe in un sistema assolutamente non democratico e pericoloso. Con una sola camera che fa le leggi. Un solo partito che ha la grande maggioranza di questa camera, un solo leader di questo partito e quindi - ha concluso Berlusconi - padrone del Paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello