martedì 24 gennaio | 14:26
pubblicato il 16/set/2013 20:21

Berlusconi: Giunta verso voto per decadenza Cavaliere mercoledi'

Berlusconi: Giunta verso voto per decadenza Cavaliere mercoledi'

(ASCA) - Roma, 16 set - A tracciare un bilancio politico della giornata odierna, alla luce dei lavori della Giunta per le elezioni di Palazzo Madama che deve decidere sulla decadenza di Silvio Berlusconi da senatore in base alla legge Severino, e' stato un lapidario Andrea Augello, senatore del Pdl e relatore in Giunta. ''Alla luce di questa seconda tornata di discussione generale - ha detto alla fine della seduta - e' perfettamente chiaro quanto accadra' mercoledi'''. Ovvero: ''Pd e M5S, che sono maggioranza in Giunta, sono decisamente orientati a un voto negativo alla mia relazione, vogliono solo accelerare'' sul voto dell'Aula sulla decadenza di Berlusconi da senatore. Realista, Augello ha quindi aggiunto: ''Il problema e' fuori di qui'', cioe' fuori dalla Giunta, alludendo alle conseguenze politiche di un voto favorevole alla decadenza del Cavaliere, o per dirla con le parole della senatrice Pdl, Elisabetta Casellati, all'uscita dal complesso di Sant'Ivo la Sapienza al fatto che ''l'esclusione politica di un leader di un partito del centrodestra per noi e' inaccettabile''. Di piu', ''se cade Berlusconi, chiaramente ci saranno problemi seri per la prosecuzione di questo governo''. L'avvertimento e' sempre rivolto al Pd che esterna senza mezze parole ''la non volonta', o la cattiva volonta', di proseguire nel governo, che e' sempre meno di larghe intese e sempre di piu' di strette intese''.

I giochi veri dunque si preparano su altri tavoli che non quelli della Giunta, che appare oramai aver esaurito la sua funzione. E' ancora Augello che da' una chiave di lettura, dopo aver sentito ''brevemente'' il presidente del Pdl.

Berlusconi, dichiara, ''sta riflettendo su una decisone importante da assumere: se confermare la fiducia al governo, se rimanere in carica, se aspettare il voto''. La strategia della politica e' insomma in pieno svolgimento.

Gli risponde il Pd per voce della vicepresidente della Giunta, Stefania Pezzopane, secondo cui ''la minaccia di far cadere il governo e' inaccettabile, fuori da ogni canone istituzionale'' e per la quale il Cavaliere deve essere ''dichiarato decaduto mercoledi'''. Il presidente della Giunta, Dario Stefano, formula gli auspici affiche' si addivenga a una ''decisione forte per l'Aula'' dopo una ''discussione accurata nel merito''. Ma i dadi, nel breve periodo, sembrano tratti. La Giunta intanto si ritrova domani mattina alle 9,30 per concludere la discussione generale.

Mercoledi' mattina la replica di Augello e, la sera, il voto sulla sua relazione.

njb/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4