lunedì 20 febbraio | 17:20
pubblicato il 20/dic/2013 13:14

Berlusconi: Ghedini, infondata ipotesi vittima estorsione Lavitola

Berlusconi: Ghedini, infondata ipotesi vittima estorsione Lavitola

(ASCA) - Roma, 20 dic - ''Si apprende dalle agenzie che il Presidente Silvio Berlusconi sarebbe stato vittima di una estorsione da parte del dottor Lavitola, il quale sarebbe stato in possesso di alcuni video compromettenti, avendo filmato degli incontri, che non sono mai avvenuti, in Brasile e a Panama. L'ipotesi e' destituita di ogni fondamento. Non vi e' stato alcun incontro e quindi non possono essere mai esistiti i pretesi video''. E' quanto afferma in una nota l'avvocato Niccolo' Ghedini, legale dell'ex premier Silvio Berlusconi''. ''Del resto - prosegue il legale - i trasferimenti e le permanenze del Presidente del Consiglio dei Ministri in Brasile e a Panama sono stati scanditi da continui incontri ufficiali, con la costante presenza, giorno e notte, della sicurezza locale e della tutela del personale della Presidenza del Consiglio. Si tratta quindi di dichiarazioni di pura fantasia'', ha concluso.

com-brm/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia