martedì 28 febbraio | 04:42
pubblicato il 26/ago/2013 11:02

Berlusconi: Gelmini, intervista Violante primo segno apertura Pd

Berlusconi: Gelmini, intervista Violante primo segno apertura Pd

(ASCA) - Roma, 26 ago - ''L'intervista del Presidente Violante al Corriere rappresenta una prima autorevole apertura al dibattito sulla decisione della Giunta; dibattito che i falchi del Pd avevano fin qui respinto come una perdita di tempo''. Lo ha affermato in una nota Mariastella Gelmini, vicecapogruppo Vicario Pdl Camera Deputati. ''Dopo la presa di posizione di Casini, l'affermazione di Violante del diritto alla difesa come principio di legalita' rappresenta un ritorno alla strada fin qui smarrita di un garantismo giuridico su cui fondare una visione comune e riformata dell'idea di giustizia. Come pure vanno apprezzati i riferimenti alla giustizia europea: la Corte Europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo - ha concluso - offre una tutela a carattere generale in tutti i casi di violazione da parte dei giudici delle regole fondamentali in materia di 'giusto processo'''.

com-brm/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech