sabato 03 dicembre | 15:02
pubblicato il 22/giu/2011 19:56

Berlusconi da Napolitano dopo verifica: maggioranza a Camere c'è

Lega: Belle parole, ora i fatti. Bersani: E' un ribaltone.

Berlusconi da Napolitano dopo verifica: maggioranza a Camere c'è

Roma, 22 giu. (askanews) - Dopo il Senato il Governo Berlusconi ha superato anche la verifica alla Camera e il Premier si è immediatamente recato a riferire al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che il passaggio parlamentare aveva richiesto dopo l'ingresso al governo dei sottosegretari dei Responsabili, eletti in Parlamento con l'opposizione. Il caos scoppiato in piazza Montecitorio durante l'intervento di Berlusconi in aula a non ha contagiato l'aula. Berluscon ha potuto rivendicare che "la maggioranza anche alla Camera c'è ed ha superato la soglia di quella assoluta: è forte e coesa, in grado di garantire la governabilità e portare a termine la legislatura realizzando il programma di riforme di questo governo". Parole che Bossi ha accolto con cautela: "Un discorso bello, a parole...". Sull'altro fronte, il Pd, con Pier Luigi Bersani, ha denunciato il "ribaltone" con cui il centrodestra rimane in piedi, mentre Pier Ferdinando Casini, Udc, ha risposto "non siamo in vendita" all'appello di Berlusconi, chiedendo piuttosto un "passo indietro" al premier. E Di Pietro ha aperto anche un fronte interno alle opposizioni, rimproverando a Bersani di non avere ancora "convocato" una riunione di tutto il centrosinistra. Berlusconi, aprendo la giornata, aveva ricordato che "il voto di fiducia di ieri sul dl sviluppo ci ha portato per la prima volta negli ultimi mesi a quota 317, un deputato in più, dunque, oltre la soglia della maggioranza assoluta". Un discorso che ha avuto uno strascico violento in piazza, dove la protesta dei Cobas dei precari della scuola e dei senza casa davanti a Montecitorio è finita con le cariche della polizia. La situazione, però, è tornata alla calma e nel pomeriggio non ci sono stati nuovi incidenti. Berlusconi, comunque, non ha interrotto il suo discorso. "A questo governo e a questa maggioranza - ha ripetuto - non c'è e non esiste alcuna alternativa". Del resto, ha precisato "non intendo restare a vita a palazzo Chigi e alla guida del centrodestra" perchè "vi assicuro che è un grande sacrificio". Fra le novità maggiori rispetto al Senato c'è stata la presenza di Umberto Bossi, seduto al fianco sinistro di Berlusconi ai banchi del governo, dopo la vistosa assenza di ieri in aula al Senato. Ma anche oggi Bossi ha voluto mandare un messaggio al premier: "Il discorso di Berlusconi è stato bello....a parole....", ha commentato il leader leghista. E anche il capogruppo del Carroccio Marco Reguzzoni ha incalzato il Governo, ricordando le richieste avanzate da Umberto Bossi a Pontida e chiedendo tutele per Malpensa, una revisione del patto di stabilità per i comuni virtuosi, e via dicendo. "Dobbiamo dare delle risposte che il Paese si aspetta: vogliamo che questa sia la legislatura dove i fatti sono più delle parole". Quindi, l'opposizione. Bersani: Berlusconi si regge grazie a un "ribaltone" ed è "Scilipoti ad avere la golden share"; Casini: l'Udc non è "in vendita", i centristi sono disponibili a prendere in considerazione solo un "governo di unità nazionale" e Berlusconi deve capire che un passo indietro è l'unica possibilità di salvezza. Chi mena fendenti a destra e a sinistra è Di Pietro: il leader Idv sfida il Governo a presentare provvedimenti "che servono al Paese", ma poi incalza il Pd, chiedendo a Bersani di "convocare una riunione delle opposizioni". E, fra lo stupore generale, a far visita a Di Pietro è stato in aula anche Berlusconi, che si è andato a sedere vicino lui. "Mi ha detto - ha riferito il presidente Idv- che voleva dire a un leader di opposizione che il suo governo fa il bene del paese. Ma il leader di opposizione gli ha risposto che il bene del paese lo farebbe solo se ne andasse...".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari