mercoledì 18 gennaio | 13:21
pubblicato il 08/ago/2013 12:00

Berlusconi/ Csm stringe tempi su caso Esposito, seduta 5/9

Convocata in via straordinaria dopo apertura pratica

Berlusconi/ Csm stringe tempi su caso Esposito, seduta 5/9

Roma, 8 ago. (askanews) - Il Csm stringe i tempi sul 'caso Esposito'. Per il 5 settembre, alle 15.45, il presidente Annibale Marini ha convocato una riunione straordinaria della Prima Commissione, dove da ieri pende un fascicolo aperto dopo l'intervista al 'Mattino' in cui il presidente della sezione feriale della Cassazione, Antonio Esposito, ha anticipato di fatto le motivazioni della sentenza di condanna di Berlusconi al processo per i diritti tv Mediaset. "Il presidente della Prima commissione del Consiglio superiore della magistratura, il consigliere Annibale Marini, ha convocato una seduta straordinaria della commissione per il giorno 5 settembre 2013 alle ore 15.45 per la trattazione della pratica relativa alle dichiarazioni alla stampa rilasciate del Presidente Antonio Esposito", ha fatto sapere Palazzo dei Marescialli. A sollecitare l'intervento del Csm sono stati i tre consiglieri laici di area Pdl Zanon, Palumbo e Romano, i quali hanno evidenziato la "gravità" delle parole di Esposito. Non solo per "le ovvie considerazioni in ordine ai doveri di continenza e riservatezza in capo agli appartenenti all'ordine giudiziario", ma anche perchè si tratta "del presidente del collegio giudicante che ha appena emesso una sentenza della quale ancora non sono state depositate le motivazioni". L'intervista "nella sostanza anticipa il contenuto di atti non ancora formati" e "la redazione delle motivazioni della sentenza è prerogativa del relatore e non certo del presidente del collegio le cui esternazioni potrebbero rappresentare una indebita e inopportuna pressione nei confronti del relatore stesso". "Di particolare gravità - hanno sottolineato ancora Zanon, Palumbo e Romano - appaiono le affermazioni relative al principio del 'non poteva non sapere', la cui contestualizzazione in una intervista dedicata pressoché interamente al cosiddetto 'processo Mediaset' esclude che possano intendersi come considerazioni di carattere generale e astratto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa