martedì 21 febbraio | 18:02
pubblicato il 18/dic/2013 17:19

Berlusconi: Csm, pericolosi attacchi a toghe. FI, sono contro ex premier

Berlusconi: Csm, pericolosi attacchi a toghe. FI, sono contro ex premier

(ASCA) - Roma, 18 dic - ''La critica dell'operato dei magistrati, sempre legittima e utile, non puo' spingersi fino a denigrazioni che, anche in relazione alla loro provenienza, compromettano il prestigio della magistratura e la credibilita' delle sue funzioni, mettendo a repentaglio i principi sui quali si fonda la convivenza democratica''. Lo scrive il Consiglio Superiore della Magistratura, nella delibera a tutela della magistratura approvata oggi in plenum, intervenendo sulle numerose dichiarazioni - i magistrati hanno ''finalita' eversive'' su tutte - rilasciate negli ultimi mesi dall'ex premier Silvio Berlusconi.

All'organo di autogoverno dei magistrati replica Forza Italia, con un comunicato congiunto dei capigruppo e dei vicecapigruppo di Forza Italia al Senato, Paolo Romani e Annamaria Bernini, e alla Camera, Renato Brunetta e Maristella Gelmini. ''Come sempre il CSM si dimostra il centro della tutela dello strapotere della magistratura - si legge nel comunicato - anziche' occuparsi di proteggere i cittadini dagli errori, dalle manchevolezze, dall'arroganza dei magistrati e invece di premiare ed incentivare quei moltissimi magistrati che lavorano in silenzio, rischiando spesso la vita e l'incolumita' personale, il CSM entra quotidianamente nella vita politica con continue esternazioni contro il leader del centrodestra. Cosi' facendo - continuano i vertici parlamentari di FI - si crea un clima negativo nei confronti del Presidente Berlusconi ponendosi le condizioni perche' la magistratura nel suo complesso non sia serena nei suoi confronti ma anzi lo valuti sempre con pregiudizio.

Queste pratiche a tutela, che non hanno nessun effetto pratico, sarebbero risibili ed inutili se non avessero l'effetto voluto di porre tutta la magistratura contro il Presidente Berlusconi. E i risultati si sono chiaramente visti con sentenze indegne ed ingiuste''.

Per il partito di Silvio Berlusconi ''la saldatura fra magistratura militante che ha occupato ormai da anni il CSM e la sinistra, si appalesa sempre piu' e dimostra la stretta interconnessione fra quanto sta avvenendo nella vita politica del paese e i processi contro Silvio Berlusconi e contro tutti coloro che gli sono stati e gli sono vicini. Una politica concertata di distruzione di una intera classe politica del centrodestra. E' una situazione gravissima - sottolinea il comunicato - che si sta verificando nel piu' totale silenzio delle alte cariche istituzionali e che potra' trovare risoluzione solo con una profonda riforma della magistratura che tuteli l'indipendenza da ogni potere dei magistrati ma che impedisca di fare politica con le sentenze e con minacciosi proclami ad una categoria ormai autoreferenziale e fuori da ogni controllo democratico''.

red-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: domani non andrò alla direzione, ieri rottura nel Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia