sabato 03 dicembre | 01:47
pubblicato il 31/lug/2013 12:00

Berlusconi/ Coppi: Prescrizione non sarebbe colpa nostra

"Pg non ha preso di petto nostri motivi"

Berlusconi/ Coppi: Prescrizione non sarebbe colpa nostra

Roma, 31 lug. (askanews) - "Noi puntiamo ad un annullamento della sentenza perché il fatto non è previsto dalla legge come reato. In subordine anche ad un annullamento con rinvio alla Corte d'appello". Lo ha detto l'avvocato Franco Coppi, difensore di Silvio Berlusconi, in una pausa dell'udienza davanti alla Cassazione per il processo sui diritti tv Mediaset. Rispondendo ai cronisti, il penalista ha poi aggiunto: "L'eventuale prescrizione che dovesse venire dopo un rinvio alla Corte d'appello non sarebbe certo colpa nostra". L'avvocato Coppi ha poi aggiunto che il "pg non ha preso di petto le questioni, i motivi, che noi abbiamo presentato. Il magistrato ha fatto un riassunto della sentenza d'appello ma non ha risposto alle questioni da noi sollevate".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari