sabato 21 gennaio | 01:57
pubblicato il 31/lug/2013 12:00

Berlusconi/ Coppi: Prescrizione non sarebbe colpa nostra

"Pg non ha preso di petto nostri motivi"

Berlusconi/ Coppi: Prescrizione non sarebbe colpa nostra

Roma, 31 lug. (askanews) - "Noi puntiamo ad un annullamento della sentenza perché il fatto non è previsto dalla legge come reato. In subordine anche ad un annullamento con rinvio alla Corte d'appello". Lo ha detto l'avvocato Franco Coppi, difensore di Silvio Berlusconi, in una pausa dell'udienza davanti alla Cassazione per il processo sui diritti tv Mediaset. Rispondendo ai cronisti, il penalista ha poi aggiunto: "L'eventuale prescrizione che dovesse venire dopo un rinvio alla Corte d'appello non sarebbe certo colpa nostra". L'avvocato Coppi ha poi aggiunto che il "pg non ha preso di petto le questioni, i motivi, che noi abbiamo presentato. Il magistrato ha fatto un riassunto della sentenza d'appello ma non ha risposto alle questioni da noi sollevate".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4