sabato 03 dicembre | 11:22
pubblicato il 13/lug/2013 12:00

Berlusconi: Cassazione non può che assolvermi,fan mi danneggiano

Tutti quelli che urlano si diano calmata,a destra come a sinistra

Berlusconi: Cassazione non può che assolvermi,fan mi danneggiano

Roma, 13 lug. (askanews) - "Non possono non assolvermi perché la mia innocenza è talmente evidente che non possono non vederla". E in ogni caso "ho fiducia nella ragionevolezza e ho fiducia che ci siano anche magistrati che amministrano la giustizia senza pregiudizi". Silvio Berlusconi, in un lungo colloquio con il quotidiano di famiglia 'il Giornale', si è detto certo che la Cassazione ribalterà la condanna al processo Mediaset che potrebbe costargli fra l'altro anche l'addio alla vita pubblica, Con tanto di invito a "darsi una calmata" ai più facinorosi della maggioranza di destra e sinistra, compresi i falchi del Pdl contro le toghe che a suo dire non gli fanno certo un favore bombardando sulla magistratura. "Io - ha affermato l'ex Premier- non ce l'ho con la magistratura in senso astratto. Io ho rilevato con sdegno, e anche con terrore, che certi procedimenti nei miei confronti non sembrano nascere da fatti concreti, ma dalla voglia di eliminarmi per via giudiziaria. Resta il fatto che io dopo tanti processi ho avuto una caterva di assoluzioni con formula piena, salvo tre, mi sembra, per prescrizione a causa della lentezza della giustizia. Dunque non confondo certe iniziative aggressive con il normale lavoro dei magistrati". Insomma, alla suprema Corte, "io - ha sottolineato Berlusconi- non devo mandare alcun messaggio, né di pace né di guerra" perchè "confido che i magistrati della Cassazione leggano e valutino le carte insieme a tutti gli elementi che servono per un giudizio sereno. E un tale giudizio non può che essere favorevole, ma non per un atto di bontà. Dunque, malgrado la stanchezza fisica mi sen-to mentalmente in forma.Semmai mi angoscia la nostra sostanziale impotenza di fronte alla tragedia del Paese". D'altro canto "devo dire che certe volte quelli che vorrebbero agire co- me miei sostenitori accaniti, quelli più schierati e magari anche affettuosi, prendono posizioni esterne ed estreme che poi vengono attribuite a me. E questo certe volte mi fa venire i brividi" perchè "non mi aiuta e non aiuta, secondo me, la giustizia. Tutto ciò che è urlato, da destra o da sinistra alla fine crea soltanto danni". Ma anche le sue vicende gidiziarie incidono sul gover no e possono danneggiare il Paese. "Non le ho certo volute io. Io le affronto - ha ribattuto Berlusconi- con lo spirito giusto, ho fiducia nel lavoro della Cassazione, sono sereno e tranquillo. Aspetto. Che altro mi si può chiedere?" Mentre "se la calmata se la dessero tutti, a destra come a sinistra, sarebbe meglio per tutti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari