lunedì 20 febbraio | 19:22
pubblicato il 11/lug/2013 12:00

Berlusconi/ Carlassarre si dimette da comitato saggi riforme

Quagliariello:Mi rammarico, Governo non c'entra con stop Camere

Berlusconi/ Carlassarre si dimette da comitato saggi riforme

Roma, 11 lug. (askanews) - La professoressa di diritto costituzionale Lorenza Carlassarre si è dimessa dal comitato per le riforme costituzionali istituito dal Governo per elaborare le proposte di modifica della seconda parte della Costituzione a seguito dello stop di ieri ai lavori parlamentari deciso dalla maggioranza per consentire la riunione dei gruppi Pdl per valutare la reazione alla decisione della Cassazione sulla data del processo Mediaset a Silvio Berlusconi. "Cara professoressa - ha risposto a Carlassarre il ministro per le Riforme Gaetano Quagliariello in una lettera- ho letto con rammarico la lettera con la quale rassegni le Tue dimissioni dalla Commissione di esperti costituita dal Governo in vista del processo di riforma istituzionale che proprio in questi giorni è stato avviato dal Parlamento. Il rammarico deriva non solo dall'ovvio dispiacere per l'interruzione della Tua collaborazione ai lavori della Commissione, ma anche dalla consapevolezza, che il contenuto della Tua missiva mi autorizza a considerare condivisa, del clima assai positivo di confronto e di collaborazione che fin qui si era riusciti a creare. Reputo tale clima essenziale per il buon esito di un processo di riforma che è al tempo stesso importante e urgente ma anche tecnicamente complesso e politicamente delicato. In questo senso, il fatto che studiosi portatori di sensibilità e visioni culturali così diverse, quali sono i componenti della Commissione, siano finora riusciti a confrontarsi serenamente e a trovare un comune linguaggio e metodo di lavoro, rappresenta un ottimo risultato". "Rispetto -ha proseguito Quagliariello- la tua decisione ma, relativamente alle specifiche ragioni che adduci a motivazione della stessa, non posso fare a meno di notare che la determinazione delle Conferenze dei Presidenti di gruppo dei due rami del Parlamento, oltre ad essere stata assunta in piena autonomia senza che sulla stessa il Governo abbia esercitato alcun ruolo, rientra nella fisiologia dell'organizzazione dei lavori parlamentari. E' infatti prassi consolidata delle Camere deliberare una breve sospensione dei propri lavori al fine di consentire ai parlamentari di un gruppo di partecipare ad attività di particolare rilievo o significato politico quali congressi o assemblee, di partito o di gruppo. Anche questo in fondo, oltre a rappresentare un fatto di fair play di cui tutte le parti rappresentate in Parlamento hanno all'occorrenza usufruito nel corso degli anni e delle legislature, è un elemento di democrazia costituzionale.Grato per le cordiali parole che mi hai riservato, Ti porgo i miei più cordiali saluti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia