mercoledì 22 febbraio | 21:22
pubblicato il 26/set/2013 11:35

Berlusconi: Capezzone, inquietante e' colpire suoi elettori

Berlusconi: Capezzone, inquietante e' colpire suoi elettori

(ASCA) - Roma, 26 set - ''Chi scrive ha votato due volte per l'elezione di Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica, nel 2006 e nel 2013: parlo dunque con assoluto rispetto. Ma, con riferimento all'uso fatto oggi dal Capo dello Stato dell'aggettivo 'inquietante', non posso non rilevare che, se in queste ore c'e' qualcosa di davvero inquietante, e' il tentativo di colpire il diritto a una piena rappresentanza politica e istituzionale di milioni di elettori, e cioe' di quella grande parte del Paese che ha votato per Silvio Berlusconi''. Lo ha sottolineato il presidente della Commissione Finanze della Camera e coordinatore dei dipartimenti del Pdl, Daniele Capezzone, commentando le parole del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. ''E' questo il vulnus, e' questa la ferita, aggravata dalla applicazione retroattiva di una norma che e' contestata da numerosi e autorevolissimi giuristi'', ha concluso.

red/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech