mercoledì 22 febbraio | 11:41
pubblicato il 18/set/2013 11:18

Berlusconi: Augello insiste, porre questione costituzionalita' Severino

Berlusconi: Augello insiste, porre questione costituzionalita' Severino

+++Questa sera possibili tre voti, sulle due pregiudiziali e sulla relazione del relatore+++.

(ASCA) - Roma, 18 set - Questa sera la Giunta per le elezioni del Senato, che dovra' pronunciarsi sulla decadenza o meno da senatore di Silvio Berlusconi, potrebbe concludere questa sua prima fase di lavori con tre voti: due sulle questioni preliminari sollevate dal relatore Andrea Augello (possibilita' di ricorso alla Consulta e possibilita' di ricorso alla Corte di Lussemburgo sulla legge Severino) ed uno sulla relazione dello stesso Augello. Relatore che oggi nella sua replica - oltre ad insistere per la convalida di Berlusconi a senatore - ha ribadito come siano inconsistenti gli argomenti secondo i quali la Giunta non potrebbe sollevare la questione di costituzionalita' sulla legge (che prende il nome dall'ex Guardasiguilli del governo Monti) che prevede la decadenza del parlamentare dal suo incarico dopo una sentenza definitiva di condanna.

La possibilita' che i voti siano tre e' stata resa nota dal presidente Dario Stefano al termine della riunione di questa mattina: ''Se emergera' la necessita' di una verifica la Giunta si esprimera' anche sulle due questioni preliminari ovvero sulle opportunita' di ricorrere alla Consulta in questa fase o su quella di ricorrere in sede europea; se mi verra' fatta una richiesta condivisa non avro' difficolta' a sottoporre al voto le singole questioni''. Piu' ovviamente il voto finale sulla relazione Augello.

I lavori dell'organismo parlamentare si sono aperti questa mattina con uno scontro sulle modalita' procedurali (se votare o meno appunto le pregiudiziali), con il senatore Pdl Lucio Malan che ha lasciato in anticipo i lavori. Per Stefano pero' ''Malan ha fatto male a lasciare i lavori della Giunta.

Avrebbe fatto meglio ad aspettare le conclusioni prima di rilasciare certe dichiarazioni''.

Augello dal canto suo spiega che ''c'e' stato un equivoco in Giunta sulla procedura che avevamo chiaramente concordato''. E cioe' che ''sulle questioni che abbiamo posto come pregiudiziali ci fosse un voto separato''. Ma alla fine ''tutto e' stato chiarito e quindi questa sera ci saranno, se verrano richiesti, tre voti''. In ogni caso, rileva il senatore spostando il ragionamento sul piano squisitamente politico, ''stasera sara' chiaro a tutti che il Pd ha fatto una scelta, la scelta di farsi accompagnare dai propri problemi politici. Una catena che portera' di conseguenza delle difficolta' nella coalizione.

Lo sapevano, ma e' la loro scelta su cui pesa anche un congresso. Ma non ci prendiamo in giro: questo governo da domani mattina non avra piu' la stessa forza e spessore che ha avuto fino a oggi''. Per Augello ''e' difficile stare insieme se parte della coalizione'' di cui fai parte ''ti vuole abbattere''. Un atteggiamento che porta evidentemente ad un ''ridimensionamento della potenzialita' del governo'' con il voto di questa sera, conclude Augello, che ''esclude che questo governo possa lontanamente assomigliare alla grande coalizione tedesca''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%