venerdì 09 dicembre | 01:17
pubblicato il 11/mag/2011 05:10

Berlusconi a testa bassa; più poteri a Premier, meno a Quirinale

Leader sinistra si lavano poco, i pm malattia democrazia

Berlusconi a testa bassa; più poteri a Premier, meno a Quirinale

Roma, 11 mag. (askanews) - Berlusconi ancora a testa bassa contro pubblici ministeri e sinistra, in un comizio al fulmicotone a Crotone dove ha anche annunciato che il Governo è pronto a varare una legge per aumentare i posti a disposizione in squadra. E a riforme istituzionali che investano Parlamento, Consulta e anche Quirinale, con l'attribuzione di maggiori poteri a Governo e Primo Ministro. "Nonostante le critiche della sinistra - ha annunciato il Premier- abbiamo pronta una legge che presenteremo al prossimo Consiglio dei ministri per l'incremento dei membri del governo di un sotto segretario per ogni singolo ministero". E contro la sinistra e i suoi leader Berlusconi non ha misurato i termini. "I leader della sinistra sono sempre pessimisti, anzi incazzati. Scusate, ma ogni tanto sfodero le lingue e vi faccio vedere che uso l'inglese. Quando loro vanno in bagno, e non e che ci vadano spesso, visto che si lavano poco, e si guardano allo specchio per farsi la barba, si spaventano da soli". Il passo, anzi il legame, fra attacco alla sinistra e ai pubblici ministeri, per Berlusconi, ancora una volta è breve. "La sovranità in questo momento, con questa malattia della democrazia, è dei pm della sinistra: questo noi non possiamo tollerarlo", ha denunciato il Premier. E ancora: "Ci sono le elezioni e i pm di Napoli hanno chiuso le discariche: non si sa dove portare i rifiuti. Io glieli porterei in Procura da loro". Ancora in tema di riforme istituzionali messe in cantiere dal suo Governo, Berlusconi non ha risparmiato un riferimento anche al rapporto fra Presidenza del Consiglio e Presidenza della Repubblica. E, ancora una volta, alla Corte Costituzionale. "Dobbiamo cambiare il nostro sistema istituzionale e ridurre il numero dei parlamentari, cambiare tutti i regolamenti dei lavori parlamentari, la composizione della Corte costituzionale, i poteri del presidente della Repubblica e attribuire dei poteri al governo e al premier. Presenteremo questa riforma - ha annunciato- prossimamente al Cdm, è indispensabile".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni