domenica 22 gennaio | 15:15
pubblicato il 24/mar/2011 21:02

Berlusconi, a Bruxelles per il vertice Ue, pensando alla Nato

Il premier diserta il summit del Ppe per lavorare in albergo

Berlusconi, a Bruxelles per il vertice Ue, pensando alla Nato

Bruxelles, 24 mar. (askanews) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è dalle 17 chiuso con i suoi colleghi europei in un complesso Consiglio che ha all'ordine del giorno l'approvazione del nuovo Piano per l'euro e la crisi libica. Il premier è arrivato puntuale nella capitale belga alle 13, ma, invece di recarsi al summit del Partito Popolare europeo, inaspettatamente si è ritirato in albergo, dove ha avuto un lungo incontro con il rappresentante italiano presso l'Ue, l'ambasciatore Ferdinando Nelli Feroci, ed alcuni stretti collaboratori diplomatici. Poi è rimasto nella sua suite a lavorare, e telefonare, spiegavano i suoi collaboratori, fino a quando non si è recato al palazzo Justus Lipsius per il Consiglio europeo. Berlusconi finora non ha detto una parola, nei due fugaci incontri con i giornalisti, ai quali ha appena sorriso. Mentre lui era a Bruxelles però, sul fronte libico, le cose hanno iniziato a prendere il verso che il governo italiano chiedeva da giorni. Tra Ankara, Parigi, Londra e Washington è stato infatti raggiunto l'auspicato accordo per il passaggio alla Nato del comando delle operazioni militari nei cieli libici, probabilmente, ma ancora si attendono comunicazioni ufficiali, con una "cabina di regia" politica dei Volenterosi e dei paesi arabi. L'aveva detto Berlusconi in un colloquio con il Corriere della Sera, stamattina, che l'accordo c'era, e questa sera fonti del governo da Roma definiscono l'intesa "un ottimo risultato". Il premier quindi dovrebbe essere anche lui soddisfatto. Sul fronte economico il Piano che il Consiglio varerà non è altro che la formalizzazione di quello già approvato dai ministri dell'Economia e che ha avuto il pieno appoggio di Giulio Tremonti. Fino a questo momento, dunque, anche se il premier tace, oggi le cose sembrano essere andate in maniera soddisfacente per l'Italia. I lavori del Consiglio europeo, secondo programma, termineranno dopo la cena, verso le 22, per riprendere domattina alle 10.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4