martedì 17 gennaio | 02:31
pubblicato il 22/lug/2011 07:08

Berlusconi 'scarica' colpa tensioni su Lega: Ma governo solido

Gelo su Maroni. E su crisi: Gli italiani sono benestanti

Berlusconi 'scarica' colpa tensioni su Lega: Ma governo solido

Roma, 22 lug. (askanews) - Il governo va avanti, nonostante le fibrillazioni provocate da questioni tutte interne alla Lega. Silvio Berlusconi ha provato a delimitare i confini dell'incendio divampato nel governo dopo l'arresto di Alfonso Papa. Un tentativo prodotto al termine del vertice straordinario Ue di ieri, durante il quale il Cavaliere ha incassato i complimenti dell'Europa per l'approvazione della manovra "in tempi record". Eppure, ha ammesso il Cavaliere, con Umberto Bossi non ci sono stati contatti, mentre con Maroni la questione non è chiarita, nonostante una telefonata - ha ammesso candidamente Berlusconi - "con i suoi uffici". Una giornata, quella di ieri, interamente trascorsa nel Palazzo del summit. Giunto in ritardo, Berlusconi ha discusso con gli altri leader del salvataggio della Grecia e dei "160 miliardi" concessi ad Atene. Alla fine ha sparso ottimismo con i cronisti, almeno sul fronte Ue: "Abbiamo lavorato bene, difeso l'euro, rassicurato i mercati mondiali che l'area Euro è solida. Tutti i Paesi hanno messo da parte gli egoismi e hanno fatto capire che nessuno Stato Ue puo' fallire. Abbiamo lavorato per evitare il rischio contagio". Dopo aver rivendicato la proposta di tenere il prossimo Eurogruppo in Grecia, Berlusconi ha spiegato di non aver dovuto rassicurare i Capi di Stato e di governo sulla tenuta dell'Italia. Roma, ha sottolineato, è forte di un sistema bancario solidissimo e dei risparmi delle famiglie: "Il nostro Paese ha un debito forte, ma i cittadini italiani sono benestanti". Quanto alle dolenti note italiane, Berlusconi ha rassicurato sulla tenuta dell'esecutivo, meno sullo stato dei rapporti con i big padani. Se infatti da una parte ha messo al riparo l'esecutivo dalle tensioni, "ci sono state situazioni interne a un partito della coalizione, ma ho avuto rassicurazioni precise che non c'è nessun rischio per la coalizione di governo", dall'altra ha glissato sul rapporto con Roberto Maroni: "Tutto chiarito? Altra domanda...". Nessun contatto diretto con il ministro dell'Interno: "Ieri sera mi sono sentito con i suoi uffici e ho lungamente parlato della situazione". Lo stesso vale per Umberto Bossi, che pure il Cavaliere ha cercato: "Non l'ho sentito, sono partito stamane dall'Italia, gli ho telefonato per fargli gli auguri ma non l'ho trovato". Il mancato incontro oggi in cdm, ha rilevato, dipende proprio dall'intervento di cataratta per il senatùr, ha giurato il Presidente del Consiglio lasciando Bruxelles. Non prima, però, di aver "apprezzato" le parole del Capo dello Stato Giorgio Napolitano sulle intercettazioni.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello