martedì 06 dicembre | 23:39
pubblicato il 18/giu/2011 10:17

Benigni infiamma la piazza di Santoro: l'Italia s'è desta

Parata di star per 110 anni Fiom, il successo di "tuttinpiedi"

Benigni infiamma la piazza di Santoro: l'Italia s'è desta

Bologna, 18 giu. (askanews) - 'Rai per una notte' doveva, appunto, essere per una notte. Fu una serata dettata dall'eccezionalità di un evento con cui Michele Santoro voleva denunciare la presunta censura nella tv di Stato. Lo spettacolo che è andato in scena ieri a Bologna, per la festa dei 110 anni della Fiom, ha avuto una preparazione e un ingranaggio diversi. Con 'Tutti in piedi', le rivendicazioni del sindacato "più di sinistra" si sono unite ad un vero e proprio cast della Rai, arricchito dall'attore Roberto Benigni, dal magistrato Antonio Ingroia e da altri ospiti. In più, i contributi video, Maurizio Crozza e Corrado Guzzanti su tutti. E proprio Benigni, ospite a sorpresa, ha infiammato la piazza: L'Italia "s'è desta". Il ritmo è stato comunque quello di una trasmissione televisiva, una sorta di 'Annozero', liberato delle polemiche e dei contradditori politici. E' una miscela, proposta dal vivo, che ha attirato migliaia di persone, in gran parte giovani, sul prato di villa Angeletti. "Sta nascendo qualcosa di nuovo", si è lasciato sfuggire Michele Santoro, poco prima dell'inizio. Per il resto, il conduttore Rai, dato per prossimo al passaggio all'emittente privata 'la 7', non ha voluto parlare. Neanche dal palco, dove è intervenuto a oltre due ore dall'inizio per annunciare "in questa piazza, il mio amico Roberto Benigni". L'ospite tanto atteso è stato infatti il premio Oscar, che, con una battuta spiazzante, ha voluto, ancora, riportare l'attenzione sul senso di una serata tanto particolare: "Michele, stai facendo un uso criminoso della Fiom". E infiammare tutti: "Questo paese s'è desto. Viva il lavoro" Proprio la Fiom, il sindacato fino a poco tempo fa bollato di inguaribile nostalgia per il Novecento, è salito prepotentemente alla ribalta. "Non si era mai vista una partecipazione simile per una nostra festa - ha detto ai giornalisti il segretario generale Maurizio Landini - e, naturalmente, dobbiamo dire grazie a Michele Santoro. Ma è stato tutto spontaneo e semplice: 'Anno zero' è stata la trasmissione di grande ascolto che più ha dato voce ai diritti calpestati dei lavoratori". (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni