martedì 06 dicembre | 19:19
pubblicato il 17/giu/2011 12:38

Bce/ Sarkozy: Due italiani nel board non sarebbe molto europeo

"Italia ha dato la sua parola, non ho motivo di dubitarne"

Bce/ Sarkozy: Due italiani nel board non sarebbe molto europeo

Roma, 17 giu. (askanews) - Sulle posizioni ai vertici della Banca centrale europea "l'Italia ha dato la sua parola e non ho alcun motivo di dubitare della parola dell'Italia". Lo ha affermato il presidente Francese Nicolas Sarkozy, in riferimento all'appoggio della Francia alla nomina di Mario Draghi alla presidenza dell'istituzione di Francoforte, che in base a quanto concordato tra governi, per garantire un seggio ad un esponente francese in seno al Comitato esecutivo della Bce, avrebbe dovuto vedere l'italiano Lorenzo Bini Smaghi lasciare la posizione. Una regola non scritta vuole che in questo comitato ristretto vi sia un rappresentante di tutte e quattro le maggiori economie dell'area euro. Il Comitato esecutivo è il centro decisionale operativo dell'istituzione, e conta sei componenti tra cui il presidente, che attualmente è il francese Jean-Claude Trichet. Da novembre è atteso che venga sostituito da Draghi. "Un direttorio con due italiani su sei non sarebbe estremamente europeo - ha affermato oggi Sarkozy durante una conferenza stampa al termine di una bilaterale con la cencelliera Angel Merkel - dire questo mi sembra di buon senso. Del resto l'Italia ha messo la sua parola e non ho alcun motivo di dubitare della parola dell'Italia". Il presidente francese ha aggiunto che su queste vicende l'interesse nazionale deve prevalere su quelli individuali. Ieri il governo italiano ha riferito di aver chiesto a Bini Smaghi di dimettersi. Questi però, uscendo da un incontro a Palazzo Chigi non ha voluto commentare la questione, mentre in precedenza aveva affermato come i principi di indipendenza della Bce garantiscano la permanenza in carica dei membri dei suoi organi decisionali per tutto il periodo prestabilito tutelandoli "contro la loro revoca arbitraria".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni