sabato 03 dicembre | 03:46
pubblicato il 10/set/2011 09:21

Bce/ Ciampi: Stark sempre durissimo con Italia,in '97 lo bypassai

Ma in Italia lavorare con credibilità e urgenza su crescita

Bce/ Ciampi: Stark sempre durissimo con Italia,in '97 lo bypassai

Roma, 10 set. (askanews) - Juergen Stark, il membro tedesco del comitato esecutivo della Banca centrale europea che si è dimesso ieri in polemica per l'acquisto dei titoli di Stato dei paesi della zona euro in difficoltà, "è un duro. Ha sempre avuto atteggiamenti molto severi e duri, anzi, durissimi verso di noi": lo ricorda il Presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. "Ai tempi in cui mi trovai a negoziare il riaggancio della lira al sistema monetario europeo e successivamente il nostro ingresso nella moneta unica - afferma Ciampi in un'intervista al 'Corriere della sera' - era uno sherpa finanziario di Helmut Kohl e poi un giovane sottosegretario. In alcune fasi di quelle complesse trattative, il ministro Theo Weigel ci fece lo scherzo di mandarci da lui. E non erano mai incontri facili. Non per nulla pretesi di bypassarlo". Ciampi ricorda l'episodio di quando il Governo italiano consegnò un sondaggio commissionato all'Abacus sull'atteggiamento favorevole dei tedeschi alla prospettiva dell'ingresso nell'euro dell'Italia. "La sua prima reazione non fu piacevol. Fece una risata, dicendo, 'Lo avete fatto nelle pizzerie di Francoforte?'. Qualcuno della delegazione gli replicò: ' Ti sbagli proprio, l'istituto scelto è quello federale'. Soltanto allora, mettendosi quelle carte in borsa, si fece attento e stette ad ascoltare. L'uomo era così. A quanto pare non è cambiato". Ciampi, tuttavia, spiega: "Evito giudizi, tuttavia non mi stupisco che gli acquisti dei titoli di Stato di certi Paesi, tra i quali purtroppo il nostro, alimentino preoccupazioni suscitando correnti di pensiero contrarie. Data la crisi generale, in Europa bisogna superare un deficit di capacità governativa". E per l'Italia "non c'è dubbio: per salvarci dobbiamo lavorare subito su crescita e produttività. Con provvedimenti urgenti e credibili".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari