mercoledì 22 febbraio | 16:56
pubblicato il 13/ago/2014 16:43

Bankitalia: Serracchiani, avanti con riforme come risposta al debito

(ASCA) - Udine, 13 ago 2014 - ''Non c'e' alcuna alternativa alla strada delle riforme istituzionali''. Lo ha detto la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, anche nella sua veste di vicesegretario nazionale del Pd, commentando gli ultimi dati di Bankitalia sul debito pubblico.

Secondo Serracchiani l'unica risposta arriva dalla capacita' del Paese di riformarsi, anche se persistono molte difficolta'. 'Siamo in un paese dove se e' vero che tanti vogliono cambiare, ci sono molti che stanno bene come stanno'', ha proseguito Serracchiani, ricordando che il nostro Paese e' ''fermo da talmente tanto tempo che qualunque settore si tocca questo diventa una riforma, perche' per troppo tempo si e' rimasti fermi''.

Quindi, secondo Serracchiani, ''le riforme si debbono fare con la stessa determinazione di quella del Senato, dal fisco alla scuola. Penso che questo Governo sia l'unico che possa fare queste riforme'', ha concluso. fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe