sabato 03 dicembre | 14:57
pubblicato il 12/set/2014 20:18

Bagnoli: de Magistris, piano governo sembra esproprio democrazia... (3)

(ASCA) - Napoli, 12 set 2014 - La rabbia del sindaco di Napoli traspare soprattutto quando sottolinea: ''Non c'erano ragioni, in termini di emergenza ed inerzia, in questo momento, per scegliere la strada dell'esproprio delle funzioni costituzionali; non c'erano le ragioni per un provvedimento che appare di squisita matrice centralistica piu' che democratica. Mai come in questi ultimi tre anni, infatti, si e' prodotta una operazione di intervento su un'area oggetto di una ventennale malagestione politica e non solo''. ''Abbiamo superato la stagione dell'opaca amministrazione individuando un management di persone oneste e competenti per il superamento della Bagnolifutura - rivendica de Magistris - e' stata adottata una delibera di giunta con cui si e' dato mandato ai servizi di pianificazione urbanistica di predisporre gli atti finalizzati alla formazione di una variante alla strumentazione urbanistica vigente nel Pua Bagnoli-Coroglio; e' stata emanata un'ordinanza senza precedenti con cui, secondo il principio del 'chi inquina paga', abbiamo intimato ai soggetti responsabili dell'inquinamento industriale di procedere alla bonifica: Fintecna e Cementir. Una iniziativa, quest'ultima, che probabilmente e' stata un fattore prima irritante e poi scatenante, evidentemente, per i soggetti interessati, ai quali e' stata ricordata la legittimita' del nostro provvedimento in tutti i gradi di giudizio a cui si sono rivolti''. ''Questo provvedimento, almeno da quanto apprendiamo a mezzo stampa, non ci convince anche sul piano della sostenibilita' finanziaria delle bonifiche, ovvero la copertura finanziaria per realizzarle. E non ci tranquillizza, infine, anche da un altro punto di vista: esautorando la democrazia e la citta', nei suoi organi di rappresentanza, quali garanzie abbiamo rispetto al pericolo di un'ennesima stagione di speculazione? Una speculazione che insisterebbe su un'area che non puo' e non deve vedere in alcun modo aumentate le cubature di cemento a danno delle metrature di verde e di recupero del mare e della spiaggia per tutti''.

com-dqu/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari