sabato 25 febbraio | 14:51
pubblicato il 22/set/2014 16:31

Bagnasco: progetto di cancellare cristiani in varie aree mondo

E in Italia vivere da cristiani non di rado provoca derisione (ASCA) - Citta' del Vaticano, 22 set 2014 - "In non poche aree e' esplicito l'inaccettabile progetto di cancellare la presenza cristiana. Come non pensare alla volonta' di un genocidio?".

Cosi' il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, aprendo il consiglio episcopale permanente.

"Intrecciato all'accanimento contro i cristiani, il mondo occidentale assiste da tempo ad un crescendo di violenza che mescola e confonde politica, cultura, civilta' e religione, con una strumentale identificazione di occidente e di cristianesimo", ha detto l'arcivescovo di Genova.

"La gloria di Dio e' l'uomo vivente", sono le parole pronunciate dal Papa ieri in Albania riportate da Bagnasco nella sua prolusione. "Nessuno puo' usare il nome di Dio per commettere violenza! Uccidere in nome di Dio e' un grande sacrilegio!".

L'uomo, ha chiosato il presidente della Cei, "e' vivo quando vive nella giustizia e nell'amore, non nel rancore e nell'odio. L'uomo che uccide e' un uomo morto; morto nell'anima, nell'intelligenza, nella dignita'".

"Abbiamo pregato nel giorno della Madonna Assunta in tutte le Chiese del Paese, e abbiamo inviato un forte appello al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite perche' la comunita' internazionale uscisse dal silenzio imbarazzato e pauroso, e prendesse le misure necessarie affinche' lo scempio abbia fine e i cristiani - come le altre minoranze religiose - possano tornare nelle loro case liberi e in pace", ha detto Bagnasco. "Ma cio' non e' ancora sufficiente: insieme ad un primo intervento economico che, attraverso la Nunziatura in Iraq e i Vescovi locali, arrivera' ai perseguitati, c'e' un' altra doverosa forma di prossimita' di cui siamo debitori. E' la testimonianza piu' coraggiosa e convinta della fede: nel nostro Paese vivere da cristiani non pone a rischio la vita, ma non di rado provoca incomprensione e derisione. E' un debito che abbiamo per rispetto al sangue dei martiri".

Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech