domenica 11 dicembre | 05:26
pubblicato il 01/ott/2012 17:13

Bagnasco: Partito cattolici? L'importante è che ci siano-VideoDoc

Ci sono urgenze, con la crisi servono sinergie

Bagnasco: Partito cattolici? L'importante è che ci siano-VideoDoc

Genova, (askanews) - "Non lo so con precisione, l'importante è che i cattolici ci siano, siano sempre di più e siano sempre più preparati perché hanno un patrimonio grande da offrire a tutti per il bene comune". Così il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, ha risposto ad un giornalista che gli chiedeva se fosse opportuno costituire un partito dei cattolici, a margine di un convegno di Confidustria in corso in questo ore nel capoluogo ligure."Il momento - ha aggiunto il presidente della Cei - è estremamente urgente, è sotto gli occhi di tutti l'urgenza e in un certo senso l'eccezionalità del momento storico che viviamo dal punto di vista economico, finanziario, lavorativo. Quando le situazioni sono così gravi tutti devono fare la propria parte in sinergia con gli altri. Questa è almeno in certi momenti la strada migliore."

Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina