sabato 25 febbraio | 17:30
pubblicato il 01/ott/2012 17:13

Bagnasco: Partito cattolici? L'importante è che ci siano-VideoDoc

Ci sono urgenze, con la crisi servono sinergie

Bagnasco: Partito cattolici? L'importante è che ci siano-VideoDoc

Genova, (askanews) - "Non lo so con precisione, l'importante è che i cattolici ci siano, siano sempre di più e siano sempre più preparati perché hanno un patrimonio grande da offrire a tutti per il bene comune". Così il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, ha risposto ad un giornalista che gli chiedeva se fosse opportuno costituire un partito dei cattolici, a margine di un convegno di Confidustria in corso in questo ore nel capoluogo ligure."Il momento - ha aggiunto il presidente della Cei - è estremamente urgente, è sotto gli occhi di tutti l'urgenza e in un certo senso l'eccezionalità del momento storico che viviamo dal punto di vista economico, finanziario, lavorativo. Quando le situazioni sono così gravi tutti devono fare la propria parte in sinergia con gli altri. Questa è almeno in certi momenti la strada migliore."

Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Pd
Pd, Cuperlo: calendario congresso è errore, voto negativo
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech