lunedì 05 dicembre | 12:17
pubblicato il 01/apr/2011 05:10

Bagarre e Camere in stallo,Napolitano convoca a Colle capigruppo

Ieri sera i primi incontri, oggi ultimi con Fli e Responsabili

Bagarre e Camere in stallo,Napolitano convoca a Colle capigruppo

Roma, 1 apr. (askanews) - Davanti all'alzarsi dei toni e allo stallo dei lavori parlamentari il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha deciso di convocare al Colle i capigruppo di maggioranza e di opposizione di Camera e Senato per quelle che appaiono come 'consultazioni' informali sulla situazione politico-parlamentare. Il giro iniziato ieri si concluderà questa mattina. Il capo dello Stato ha seguito non senza preoccupazione l'acuirsi dello scontro tra maggioranza e opposizione e quanto avvenuto fra mercoledì e giovedì nell'aula della Camera quando, cosa mai accaduta, un ministro, Ignazio La Russa, ha rivolto un insulto alla presidenza della Camera. Sulla questione è stata chiamata ad esprimersi la Giunta per il regolamento che dovrà stabilire se elevare o meno sanzioni al ministro. Poi ci sono stati comportamenti inadeguati da parte di almeno tre deputati. Napolitano non intende chiaramente interferire nei lavori parlamentari ma al presidente, da sempre, preme che la 'macchina' funzioni e che la dialettica, per quanto aspra, resti entro certi confini. Così ieri sono stati ricevuti al Quirinale prima i capigruppo del Pdl Maurizio Gasparri e Fabrizio Cicchitto e anche il vicario a Palazzo Madama Gaetano Quagliariello; poi i capigruppo del Pd Dario Franceschini e Anna Finocchiaro. Infine, il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini e il capogruppo al Senato Gianpiero D'Alia. Oggi dovrebbe essere la volta dei rappresentanti di Italia dei Valori, Fli e dei Responsabili. Le conversazioni, a quanto si apprende, non si sarebbero concentrate esclusivamente sui fatti di questi giorni, la cui gravità non è sfuggita all'inquilino del Colle ma avrebbero affrontato la situazione più in generale. Garantire la piena funzionalità del Parlamento, un confronto aperto e il rispetto delle regole e dei regolamenti: queste, non da ora, le raccomandazioni del presidente.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari